Stipendi, calendari e mercato: la Fifa scende in campo da paciere – GdS

Articolo di
8 Aprile 2020, 08:29
Gianni Infantino presidente FIFA
Condividi questo articolo

“La Gazzetta dello Sport” sottolinea il ruolo giocato dalla Fifa e da Gianni Infantino nell’ambito della trattativa, tra club, federazioni e leghe, su diversi temi. Le date per la ripresa, quelle per il mercato e la questione stipendi le timatiche più scottanti

MEDIATORE – Di fronte all’evidenza dell’impossibilità che la stagione 19-20 possa concludersi come previsto il 30 giugno e ai tentennamenti di leghe e federazioni, la Fifa scende in campo. L’intenzione di Gianni Infantino è quella di togliere d’impaccio i Paesi membri sgombrando il campo da date, paletti e regolamenti di solito rigidi. La volontà di portare a termine questa stagione è evidente. E allora ecco contratti flessibili, prestiti che si allungano, mercato che si adatta alle esigenze di ogni Paese. Il Covid-19 sta stravolgendo ogni cosa, e il calcio cerca di adeguarsi. È probabile che non tutte le parti siano d’accordo e che il numero di dispute contrattuali aumentino. Ma la Fifa ha deciso di correre il rischio per cercare di salvare prima la stagione e poi l’intero movimento.

ALLUNGARE – “I contratti dei calciatori normalmente terminano quando finisce la stagione – dicono alla Fifa – . Con l’attuale sospensione delle competizioni è ormai chiaro che l’attuale stagione non terminerà quando si pensava. Perciò si propone che i contratti siano estesi fino al fattivo termine della stagione in corso. Un principio simile vale anche per i contratti che dovevano iniziare con la prossima stagione. La loro entrata in vigore si applicherà alla nuova partenza”.

PRESTITI – La Fifa ha deciso di rinviare l’entrata in vigore, prevista per il 1°luglio, delle nuove regole che limiteranno a 8 il numero dei prestiti possibile per ogni squadra. Se ne riparlerà più avanti. Sui prestiti dell’annata 2019-20 in scadenza il 30 giugno, da Zurigo suggeriscono che il calciatore rimanga nella squadra dove ha giocato quest’anno fino al completamento della stagione.

STIPENDI – La Fifa poi consiglia club e calciatori di trovare accordi sui salari durante il periodo di sospensione appoggiandosi sugli strumenti legislativi offerti da ogni Stato. Se le parti non troveranno un’intesa e finiranno col rivolgersi alla Fifa, per la risoluzione della contesa a Zurigo saranno presi in considerazione una serie di criteri. La situazione economica del club e del giocatore, il trattamento riservato ai giocatori e la reale volontà delle parti di trovare un accordo. Linee guida che lasciano pericolosamente aperte un gran numero di opzioni e considerazioni.

MERCATO – Da ultimo la Fifa ha preso in considerazione le date del mercato. «Si rende necessario allineare le finestre di mercato alle nuove circostanze, pertanto la Fifa sarà flessibile e permetterà che le finestre di mercato siano spostate tra la fine della vecchia stagione e l’inizio della nuova. Il periodo di registrazione dei nuovi giocatori non dovrà superare le 12 settimane». Flessibilità che potrà portare a periodi di attività di mercato differenti visto che ogni Paese si è mosso contro il coronavirus con tempistiche molto diverse.

Fonte: La Gazzetta dello Sport – Filippo Maria Ricci


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE