Mondo Inter

Steven Zhang: “Top player Inter? Impegno a livelli massimi. Bilancio…”

Steven Zhang, dopo il discorso introduttivo nella conferenza stampa (vedi articolo), ha risposto anche alle domande dei giornalisti presenti. Ecco i commenti del presidente dell’Inter a margine dell’Assemblea degli Azionisti (qui il testo integrale).

Presidente Steven Zhang, che bilancio fa del suo primo anno di gestione diretta dell’Inter?

Sicuramente possiamo dire che il bilancio è positivo. Sono orgoglioso, devo dire, siamo sicuramente una delle squadre più forti in Europa. Non sto parlando solo del campo, ma anche del management. Sono tutte persone di grande competenza, che hanno lavorato nel passato in altri club e sanno cosa vuol dire gestire una squadra. Ci sono molte persone che mi supportano e mi danno appoggio, per quanto riguarda i risultati sul campo sicuramente abbiamo avuto la possibilità di giocare ai massimi livelli. Il bilancio è positivo, come cifre o immagini e in termini di squadra, sia dentro al campo sia fuori. Abbiamo visto che Conte è appena arrivato, ma si è vista la sua esperienza e la sua capacità tecnica. Sicuramente ha la massima fiducia, apprezzo tantissimo il lavoro che la mia squadra ha fatto negli ultimi due-tre anni. Come detto prima dobbiamo avere pazienza, dare tempo all’allenatore e ai giocatori. Ogni volta che si affronta una nuova sfida si deve lavorare, abbiamo già lavorato molto negli ultimi anni ma col tempo di dimostrare quello che vogliamo, attraverso la pazienza, si potranno ottenere altri risultati.

Presidente Steven Zhang, qual è il ruolo dell’Inter in Cina?

È sicuramente enorme. La Cina ha un grandissimo numero di tifosi, ci sono tantissime situazioni di concorrenza e la Cina dà l’opportunità a molte aziende internazionali di crescere, a condizione che abbiano contenuti validi. Per focalizzarmi sull’Inter, sicuramente, possiamo dare know-how e supporto ai giocatori cinesi, allo sviluppo di strutture e infrastrutture per far crescere questo sport. Sicuramente porterà vantaggio ai tifosi e al mercato cinese, darà ulteriori occasioni e opportunità di business in Cina. Sicuramente lo sviluppo di nuovi settori porta a uno scambio culturale e di know-how, che è una delle priorità. A livello commerciale c’è tantissimo da fare, ci sono partner che ci contattano e vogliono parlare del futuro. Capiscono il nostro potenziale, vedono che il fatturato sta crescendo e quindi si andrà a una crescita in Cina, negli altri paesi asiatici e in America. Queste sono cose su cui noi continuiamo a focalizzarci, pensiamo e speriamo di poter operare come un ponte per collegare le culture.

L’Inter farà qualcosa per soddisfare i tifosi cinesi sugli orari delle partite?

L’Inter è un club italiano, quindi ovviamente il mercato italiano è quello tradizionale. Tutto quello che facciamo sicuramente non ignora e non dimentica i tifosi e le tradizioni locali, qui in Italia. C’è sempre un’importanza della cultura italiana e milanese, poi non ci sono solo i novanta minuti in campo ma tutto quello che produciamo sui vari canali. È in corso una rivoluzione sui contenuti digitali, noi siamo all’avanguardia.

Quest’anno l’Inter è venuta in Cina per la tournée, quali sono le prospettive e i risultati?

In questo momento la crescita del nostro settore commerciale fa sì che noi ci interessiamo a molti mercati internazionali, Cina in primis. Ecco perché ci siamo avvicinati, questa è un’esigenza sempre maggiore verso i nostri club. Cerchiamo di restare connessi coi nostri fan, che non ci possono fisicamente vedere quando non siamo qui in Italia. Abbiamo visto che molte aziende cinesi e asiatiche ci hanno avvicinati, c’è molta concorrenza e non solo quali saranno i nostri partner futuri, però nel prossimo anno vedrete che ci saranno nuovi marchi internazionali premium, che appariranno sulla nostra lista dei partner.

Dopo aver portato Marotta e Conte l’Inter ora ha la forza per altri top player di livello assoluto?

Penso che la scorsa estate sia la dimostrazione della nostra capacità finanziaria. Abbiamo effettuato la più importante transazione nella storia del club (Romelu Lukaku, ndr), quindi se chiedete qual è il nostro impegno possiamo solo rispondere che è ai livelli massimi. Andare a fare contratti con giocatori di grido, sulla base di dati finanziari, non è corretto perché i nostri stessi giocatori stanno crescendo di giorno in giorno. Prima di arrivare all’Inter molti non sono nemmeno riconosciuti come top player, poi hanno dato grande prova di sé. Facciamo molto lavoro, in particolare il nostro direttore sportivo e l’allenatore, e secondo noi tutti i nostri giocatori sono già top player o si apprestano a diventarlo. Se ci saranno delle opportunità saremo pronti a coglierle, ma dobbiamo sempre seguire il fair play finanziario. Siamo usciti dal Settlement Agreement, ma non possiamo fare quello che vogliamo e ancora una volta dobbiamo essere pazienti. Ci sono molti volti nuovi, devono trovare una loro unione.

Lukaku in campo è il simbolo di Suning come Marotta in campo e Conte in panchina? Prendere il centravanti del Manchester United è un salto di qualità?

Ogni giocatore per noi è importante e ci rappresenta, soprattutto quando lavorano in campo. Diciamo che il prezzo di mercato è soltanto un fattore, penso che i nostri giocatori debbano essere valutati allo stesso tempo tutti. Dico sempre che l’Inter è una famiglia, consideriamo ogni dipendente come una famiglia. Siamo in competizione con altri ma non ci piace fare confronti, vogliamo migliorarci. Non siamo interessati a quello che fanno gli altri, ma a quello che dobbiamo ancora migliorare in noi stessi per il futuro. Lukaku è un giocatore importante ma lo sono tutti, non faremo decisioni di trasferimenti per affermarci.

Presidente Steven Zhang, vi siete dati un termine limite per cui non aspettare più il Comune di Milano sullo stadio?

Onestamente per la città e per l’Inter le attività, anche al di fuori dal campo, diventano sempre più importanti. Trovare l’infrastruttura e migliorare l’ambiente della città sarà a vantaggio di tutti gli stakeholders. Questo progetto riguarda varie parti, non sappiamo quale sarà il risultato ma dovrà essere pronto al più presto, per dare energie alla città. Speriamo di poter iniziare a costruire un nuovo stadio quanto prima. A prescindere dalle condizioni è un momento critico, vogliamo attuare una tempistica veloce.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.