Spalletti: “Rinnovo? Con lapis e gomma. Contratto va fatto con obiettivi”

Articolo di
24 maggio 2018, 18:51
Luciano SpallettiLuciano Spalletti

Nel corso della conferenza stampa di fine stagione, Luciano Spalletti, tecnico dell’Inter, non ha risparmiato stoccate verso la società, anche nel caso di firma di un rinnovo contrattuale

I PRESUPPOSTI – Queste le dichiarazioni al veleno di Luciano Spalletti, tecnico dell’Inter: «Conferma di Mauro Icardi? A me rimane difficile, con giocatori di questo livello, dire che faranno. Soprattutto è la sua volontà, da un punto di vista di ruoli tenere uno che non vuol rimanere è difficile: non è il suo caso, ma non si può andare a fare una richiesta del genere, bisogna vedere quello che può capitare sul mercato al giocatore e quello che può allettare il professionista a fare esperienze diverse. È chiaro che se vanno via calciatori importanti diminuisce la probabilità di crescita, a meno che non ne vengano più importanti. Dipende da questo, per il contratto ce l’ho e nell’Inter ci sto molto bene, non fingevo e non sarebbe cambiato niente se non avessimo raggiunto questo risultato, un contratto si costruisce con gli obiettivi e coi calciatori, con le risorse e ventisei ore di lavoro al giorno perché bisogna fare due ore di straordinario, tutte queste cose qui portano benefici importanti. La società ieri sera mi ha ribadito che il contratto lo vogliono fare, per me non sarebbe cambiato niente. Devo riprecisare che in funzione di come lo chiedete è un contratto firmato col lapis con la gomma dietro, ci vogliono delle caratteristiche e delle qualità. Per gli interisti firmare un contratto equivale ad aver sottoscritto il futuro dei prossimi anni dell’Inter, quando sei qui ti accorgi che è una grande responsabilità e non lo firmi per due anni di stipendi in più, non contano niente e se non fai risultati. Avere il contratto a vita che te ne fai? È soltanto per averci clamore».