Spalletti: “Colpi di mercato? Fatta confusione. A un certo punto mi hanno detto…

Articolo di
24 maggio 2018, 18:25
Luciano Spalletti

Nel corso della conferenza stampa di fine stagione, Luciano Spalletti, tecnico dell’Inter, non ha risparmiato stoccate anche verso la società, rea di avergli promesso acquisti poi non arrivati, e verso alcuni giornalisti

LE STOCCATE – Queste le dichiarazioni al veleno di Luciano Spalletti, tecnico dell’Inter: «Mi hanno detto di non farle vedere, sennò io tiravo fuori le lavagne che si sono fatte in ritiro. Io non ho condiviso niente, perché se mi vieni a dire che l’obiettivo è questo perché le caratteristiche sono queste non ho condiviso niente. Dopo che siamo partiti loro non mi hanno messo a disposizione quello che avevamo detto prima e non va bene, tu dici l’obiettivo in base a quello a disposizione. Tu hai fatto tutto l’anno i nomi non arrivati mai, perché li facevi se sapevi che non arrivavano mai? Dici che te li facevano, chi ti risponde al telefono? Dillo, sennò così diventa troppo facile (se la prende col giornalista che ha fatto la domanda sugli obiettivi di mercato, ndr). Io mi fermo qui, questo è il nocciolo della questione: bisogna arrivare in Champions con squadre venticinque punti davanti, si è fatto un mercato per sopperire dando via otto giocatori e prendendone sei. Si è fatta confusione perché si poteva far diversamente, si è fatto un ragionamento e un movimento a braccio, grossolano, senza fare scelte precise. Poi a un certo punto si è detto basta e si era detto che non si poteva andare avanti, non è stato determinato da nessuno ma delle novità (il blocco degli investimenti fuori dalla Cina, ndr) hanno detto basta. Io posso dire che non accetto più di entrare in Champions perché si era detto cose differenti. Poi inizio a essere quello che si era detto essere un riferimento importante, criticare dove si lavora è il peggior nemico e allora ho tirato e sono andato dritto, però il mercato fatto è simile a quello che si aveva come valori di squadra e via dicendo, se vai a vedere via uno arriva un altro».






ALTRE NOTIZIE