Spadafora: “Partitelle? Spero a giugno, vediamo! Mi raccomando su…”

Articolo di
20 Maggio 2020, 20:42
Vincenzo Spadafora Vincenzo Spadafora
Condividi questo articolo

Spadafora – Ministro per le Politiche Giovanili e lo Sport -, protagonista di una diretta su Facebook, ripete quanto già espresso nelle ultime ore sull’iter comportamentale da seguire negli sport di squadra in attesa delle novità di giugno. Il prossimo appuntamento per la Serie A è fissato per il 28 maggio

ATTESA OBBLIGATA – La Serie A progetta la ripartenza, intanto Vincenzo Spadafora non si sposta di un millimetro da quanto già deciso: «Siamo ancora nella prima vera settimana di apertura del Paese. Sono tre giorni che abbiamo iniziato quest’azione, perché i dati sono migliorati, ma dobbiamo fare molta attenzione. La regola fondamentale da rispettare è quella del distanziamento e ogni competizione sportiva non lo consente. Per ora è sospesa fino a giugno. Mi auguro che, con l’andamento della curva in questi giorni, quando vedremo che la situazione starà andando per il verso giusto, si potrà aprire. Per gli sport di squadra gli allenamenti già da lunedì scorso sono possibili. Se mi dite la partitella e tutto ciò che è contatto, spero a giugno. Mi raccomando su questo: rispettate le regole, facciamo in modo che tutto questo tempo di sacrificio non sia trascorso invano, perché la curva dei contagi non deve risalire». Questa la chiosa di Spadafora, che tra poco più di una settimana – insieme a tutti gli altri protagonisti – dovrà aggiornare la sua posizione sulle modalità di ripartenza della Serie A.



Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.