Sky e DAZN, per i diritti tv ballano 255 milioni – CdS

Articolo di
4 Aprile 2020, 10:42
sky
Condividi questo articolo

Il “Corriere dello Sport” fa i conti per i diritti tv. Se la stagione non si concludesse Sky e DAZN avrebbero un buco di 255 milioni.

PROBLEMA DI CIFRE – Finora le tv hanno pagato più di quello che hanno trasmesso. O, visto dalla prospettiva dei club: le società hanno preso più soldi del prodotto realmente consegnato ai principali finanziatori dell’industria del pallone. In ballo, per stare strettamente alle cifre, c’è ancora qualcosa come 225 milioni di euro al netto dell’Iva. È questa la cifra a cui i club di Serie A dovrebbero rinunciare, tra diritti italiani ed esteri, nell’ipotesi estrema di mancata conclusione dell’attuale stagione.

DISCREPANZE – I numeri sono molto chiari. Al momento dello stop, la Serie A ha disputato complessivamente 256 partite sulle 380 che compongono l’intera stagione. Vale a dire: i titolari dei diritti, cioè Sky e Dazn per l’Italia più i licenziatari all’estero che li hanno acquistati da Img, hanno potuto trasmettere solo il 67% del prodotto acquistato. Hanno però già versato circa l’83% (cioè 5 rate su 6) delle cifre previste dagli attuali contratti. Sky (titolare di 266 partite) paga alla Serie A 780 milioni di euro a stagione; Dazn (titolare delle restanti 114 gare) ne versa 193. In totale 973 milioni per il solo mercato italiano: 810 già incassati, 163 in sospeso con l’ultima rata. Stessa proporzione sul fronte estero: 309 milioni su 371 incassati da Img, ne restano circa 62. Vale a dire che la Serie A perderebbe circa 225 milioni in caso di stop.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE