Sibilia: “Quando il Coronavirus non sarà attuale il calcio riparta. Serie A…”

Articolo di
3 Aprile 2020, 00:00
Cosimo Sibilia
Condividi questo articolo

Sibilia, presidente della Lega Nazionale Dilettanti, è in collegamento con “Sportitalia Mercato”. La sua volontà, ed essendo anche vicepresidente della FIGC anche quella comune, è di completare tutti i campionati al termine dell’emergenza Coronavirus: dalla Serie A ai tornei regionali.

SI RIPRENDA! – Cosimo Sibilia si augura che il calcio riprenda, dalla Serie A in giù: «Esprimo un giudizio e secondo me il giudizio è quello di aspettare, senza fare previsioni che possano essere smentite da un momento all’altro. Se devo dire con certezza quello che si verificherà non me la sento al momento di pronunciarmi. Abbiamo una priorità, che è quella di chiudere quest’emergenza del Coronavirus. Dopo, con l’aiuto delle istituzioni, rimettere al centro il pallone e portare a termine i campionati. Dico sempre questo, perché a volte ho l’impressione che ci sia un giudizio approssimativo della questione».

IN CAMPO – Sibilia spiega come si potrebbe ripartire: «Siamo tenuti a rispettare le regole finché non sarà superata questa crisi, poi noi come LND vogliamo finire i campionati, perché secondo noi l’unico giudice dev’essere il campo. Soprattutto quando ci saranno le condizioni dal punto di vista sanitario noi ci dobbiamo impegnare proprio per raggiungere questo obiettivo. Io credo che, una volta stabilito che il Coronavirus è una questione che non appartiene più all’attualità, debbano tutti ripartire. Il calcio esce insieme da questa situazione, e parlo io che sono responsabile di una miriade di società e oltre un milione di tesserati. Organizziamo circa seicentomila partite all’anno, siamo stati i primi a fermarci».

UNITI DOPO IL CORONAVIRUS – Sibilia ribadisce: «Io credo che il calcio, per intero, debba uscire da questa situazione, quando e se ci saranno le condizioni sanitarie per uscire. Ci devono essere tutte: nessuno si sogna di mandare allo sbaraglio giocatori, tecnici e arbitri se non ci saranno le condizioni. Io credo che si partirà tutti insieme, a partire dalla Serie A sino ai nostri tornei, Dilettanti e regionali. All’attenzione di tutti ci saranno Serie A, Serie B e Serie C, ma noi siamo pronti a ripartire con le cautele del caso».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE