Serena: “Crisi Inter? Ecco i motivi. Se i tifosi domenica…”

Articolo di
2 marzo 2016, 00:04
Aldo Serena

Aldo Serena – ex attaccante nerazzurro – bypassa la sfida di Tim Cup contro la Juventus e pensa già alla sfida di domenica tra Inter e Palermo, parlando ai microfoni di “I Love Palermo Calcio” dei problemi delle due squadre, sottolineando in particolare i motivi della crisi nerazzurra

A SAN SIRO SARA’ GUERRA – «Innanzitutto il Palermo troverà un ambiente bellicoso. Uno stadio che conosco bene, i tifosi sono abbastanza delusi quindi il Palermo potrebbe sfruttare questa situazione ambientale. Situazione che invece potrebbe diventare sfavorevole per i giocatori dell’Inter in campo. Se il pubblico comincerà a far sentire la propria insoddisfazione è probabile che per la squadra di Roberto Mancini la partita diventi difficile sotto il livello mentale. Giocare con il pubblico che ti fischia non è bello, non si ha la tranquillità per far le giocate giuste. Quindi per gli uomini di Beppe Iachini questa situazione potrebbe essere favorevole, ma dall’altra parte troveranno una squadra molto carica perché dopo aver vinto con la Sampdoria, lo stop con la Juventus in campionato è stato pesante nonostante un primo tempo in cui ha giocato bene e a viso aperto. Poi un errore individuale li ha affossati».

CRISI INTER, I MOTIVI – «I motivi della crisi dell’Inter credo siano vari. Forse un eccessiva valutazione della squadra nerazzurra in autunno quando sembrava imperforabile nella fase difensiva e bastava un “golettino” per potare a casa i tre punti, quindi tutti si aspettavano una crescita sotto il profilo del gioco. L’equazione era: se l’Inter è in testa giocando in maniera semplice, allora quando i giocatori troveranno un gioco più di squadra probabilmente migliorerà. Invece è stato il contrario, perché la fase difensiva ha cominciato avere delle problematiche dalla partita con il Carpi in poi. I vari Samir Handanovic, Joao Miranda e Jeison Murilio non sono stati perfetti come in altre occasioni e si è inclinata questa solidità; in più la fase offensiva è rimasta sempre un po’ latitante, Mauro Icardi sembra essere diventato un oggetto misterioso. Lo stesso Eder non sta dimostrando le qualità mostrate altrove, anche se ha l’attenuante di essere arrivato da poco ed in tutte le squadra dove ha militato ha fatto fatica all’inizio».

Condividi questo articolo

Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer





ALTRE NOTIZIE