Mondo Inter

Serafini: “Spalletti da esonero, ma Suning non segue Marotta. Icardi-Inter…”

Luca Serafini – giornalista di “Milan TV” -, ospite negli studi di “Aspettando il Weekend” su Sportitalia, analizza in maniera molto dettagliata il presente e soprattutto il futuro dell’Inter, nelle persone di Icardi e soprattutto Spalletti (e successori), che a fine stagione faranno sicuramente parlare più di tutti

DA SPALLETTI A ICARDI – Lungo e interessante intervento di Luca Serafini a 360° sulla situazione nerazzurra a meno di ventiquattr’ore dal Derby d’Italia: «Meglio affrontarla adesso a stagione finita la Juventus anziché qualche tempo fa, anche se in questo mese la concentrazione dei bianconeri è stata via per altre cose: ora c’è l’orgoglio di chi ha giocato meno per dimostrare di meritare la conferma nella prossima stagione. L’Inter non ha in forziere il terzo posto, il Milan e l’Atalanta sono a cinque punti e la Roma a sei: in caso di sconfitta contro la Juventus, basta una vittoria di chi segue per tornare a tre punti di distanza. In base a quello che ho raccolto, nell’Inter c’è una fazione molto forte che spinge per il ritorno di José Mourinho, poi c’è Beppe Marotta che ha incontrato e parlato con Antonio Conte, che ha fatto le sue richieste, e ci sono i cinesi (la proprietà Suning della famiglia Zhang, ndr) che, non essendo molto “allineati” ai nostri modi italiani, se Marotta dice loro di voler prendere un nuovo allenatore, dicono: “Noi abbiamo rinnovato il contratto di Luciano Spalletti a svariati milioni l’anno scorso, perché dobbiamo buttare altri soldi per un nuovo allenatore?”. Quello che è successo nell’ultima stagione all’Inter, uscita male da tutte le coppe e poi la vicenda Mauro Icardi, è abbastanza per cambiare guida, ma adesso è difficile pronosticare quello che sarà. La campagna acquisti per Spalletti, in particolare Radja Nainggolan, Matteo Politano e Kwadwo Asamoah, è stata fatta per coprire i ruoli chiave, poi tra Sime Vrsaljko e Cedric Soares è tornato a fare il titolare Danilo D’Ambrosio, ma comunque tre ruoli su quattro li hanno coperti in estate, per questo si parla di Inter come anti-Juventus. Non si può essere felici nel finire il campionato a trenta punti dalla Juventus e con le coppe che sono andate in un certo modo… La vicenda Icardi ha spostato gli equilibri, ma il futuro di Spalletti può ancora essere interista, a quel punto quello di Icardi no: sarebbe un errore confermare entrambi, quello che è avvenuto quest’anno ha logorato il rapporto di Icardi con Spalletti, lo spogliatoio, la società e i tifosi… sarebbe assurdo! Ma Icardi ha tutto questo mercato? Questa è la chiave. Sempre in base a quello che so, c’è lo 0.5% di possibilità che Icardi vada alla Juventus, sempre per le mie conoscenze eh… Icardi è un giocatore con caratteristiche molto molto molto particolari, capisco che un allenatore possa nicchiare, ma è l’unico fenomeno che ha l’Inter attualmente in rosa. Icardi ha già segnato un centinaio di gol in carriera, ma il problema secondo è l’invasività della moglie-agente, che è autorizzata da lui a fare questo: in questi mesi Wanda Nara non ha detto una virgola che il marito non pensasse, capisco se la Juventus non vuole aprire dialoghi con lei per Icardi… Ci sono sirene anche dall’estero per Icardi, vedremo dalla Spagna…».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh