Serafini: “Keita, all’Inter stesso problema della Lazio. Vrsaljko quadratura”

Articolo di
7 ottobre 2018, 01:02
Luca Serafini

Ospite di “Calcio Weekend Live” su Sportitalia, il giornalista Luca Serafini ha commentato alcune situazioni riguardanti l’Inter: secondo lui è positivo il rientro di Sime Vrsaljko nei titolari per la partita contro la SPAL, ma di contro Keita Baldé Diao sarebbe un rischio visto il suo egoismo palla al piede.

NOTE POSITIVE E NEGATIVE«Keita Baldé Diao l’abbiamo ritrovato con lo stesso problema che aveva alla Lazio, cioè non ha capito che non è uno sport individuale il calcio, ma uno sport di squadra: corre a testa bassa, vuole fare tutto lui, ma un conto è se il pallone lo vuole Zlatan Ibrahimovic o Keita. L’Inter bella da vedere non è quasi mai, nell’intensità trova la sua forza, a Eindhoven ha fatto pace anche con gli episodi perché al dettaglio c’è un’espulsione quasi sacrosanta di Samir Handanovic e un fuorigioco di Mauro Icardi sul gol di Radja Nainggolan, ha fatto pace anche con questi fantasmi che aleggiavano, essendo sempre un ambiente molto umorale sono cose che pesano più che altrove. Sime Vrsaljko è un rientro importante perché dà la quadratura in difesa, con Stefan de Vrij, Milan Skriniar e Kwadwo Asamoah. Il fuoriclasse dell’Inter è uno solo ed è Icardi, i campioni sono Nainggolan e Ivan Perisic se ci degnasse di giocare due partite decenti consecutive intensamente. Ci sono ancora degli equivoci: Borja Valero e in prospettiva Matias Vecino l’Inter deve incominciare a sostituirli con un centrocampista di un livello internazionale, altrimenti non sarebbero stati tutta l’estate con le fantasie di Arturo Vidal e Luka Modric. Questi sono i giocatori che vorrei rivedere presto per l’Inter, però rimanendo alla questione attuale quando l’Inter ha un momento di tranquillità a livello ambientale, con Luciano Spalletti che sotto le pressioni non è lucido come molti allenatori, riesce a esprimere il meglio di se stesso ed è aiutata. La fortuna può capitare in una partita, due o tre in una stagione, non dodici di fila: qui se la cerca, perché comunque quando gli altri hanno smesso di crederci l’Inter ci crede ancora, vedi il Tottenham e la Sampdoria».

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE