Serafini: “Inter devastante delusione. Spalletti poco, parliamo di Keita?”

Articolo di
20 agosto 2018, 23:39
Luca Serafini

Luca Serafini non usa mezzi termini per definire la prestazione dell’Inter ieri a Reggio Emilia col Sassuolo. Il giornalista, ospite di “Calcio & Mercato” su Sportitalia, se l’è presa con Luciano Spalletti per le scelte fatte ma anche con uno dei nuovi arrivati, Keita Baldé Diao subentrato nella ripresa.

NULLA DA SALVARE«È evidente che il Sassuolo parte già pronto per le partite prima della sosta, mentre l’Inter e la Juventus aspettano il mercato e le nazionali, si sono allenate in maniera diversa a gruppi differenti. Dell’Inter nuova c’era in campo pochissimo, detto ciò però l’Inter è stata devastante nella delusione rispetto alle aspettative, perché Luciano Spalletti ha fatto pochino per raddrizzare le cose. Non possiamo crocifiggere Dalbert Henrique, perché nell’intervallo è uscito e nella ripresa non è successo nulla di particolare. A me ciò che ha deluso e colpito di più dell’Inter è stato l’atteggiamento: l’Inter proprio non è andata in campo con la testa, a parte Kwadwo Asamoah è difficile. Parliamo di come è entrato Keita Baldé Diao nella partita? In questo è stata deludente, perché Spalletti aveva dato un’identità, una personalità e un carattere che l’avevano fatta giocare male le due partite dell’anno scorso, contro Fiorentina e Roma, ma l’avevano fatta vincere. Ieri l’Inter è mancata secondo me proprio dal punto di vista mentale, dell’atteggiamento, oltre ad altre questioni tattiche. Il modo con cui è entrato Keita ieri mentre perdi la partita 1-0 è molto rivedibile e molto discutibile, credo che abbia fatto un po’ arrabbiare: è entrato come per dire che fa tutto da solo e ci pensa lui, ma non è successo niente».







ALTRE NOTIZIE