Mondo Inter

Scontri Inter-Napoli, Piovella resta in carcere. Novità su morte Belardinelli

Continuano le indagini a Milano e Napoli per gli scontri dello scorso 26 dicembre, a circa un’ora dal calcio d’inizio di Inter-Napoli: l’ANSA riporta un paio di novità, una riguardante Marco Piovella (in carcere dall’ultimo dell’anno) e l’altra su Daniele Belardinelli, con una possibile individuazione dei responsabili dell’investimento che ne ha causato la morte.

DOPPIO FILONE – Resta in carcere Marco Piovella, capo ultras dell’Inter arrestato lo scorso 31 dicembre a seguito degli scontri avvenuti nel quartiere San Siro prima di Inter-Napoli. La difesa ne aveva chiesto la scarcerazione, ma l’ANSA riporta come il procuratore aggiunto di Milano Letizia Mannella e i PM Rosaria Stagnaro e Michela Bordieri abbiano dato un parere negativo, col GIP Guido Salvini che dovrà decidere sulla richiesta di arresti domiciliari. Continuano nel frattempo le indagini sulla morte di Daniele Belardinelli, investito da una macchina nei già citati scontri all’angolo fra via fratelli Zoia e via Novara il 26 dicembre: oltre alla Volvo V40 sequestrata negli scorsi giorni è stata bloccata anche una seconda vettura, sempre a Napoli, in quanto si pensa che siano due le auto ad aver investito Belardinelli, una all’inizio e la successiva quando era a terra. Sono diversi gli indagati per omicidio volontario, fra cui otto tifosi del Napoli.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button