Mondo Inter

Sconcerti: «Lukaku-Chelsea, sarebbe previsto. Hakimi non copre debito»

Mario Sconcerti ha parlato della possibile cessione dell’attaccante dell’Inter Romelu Lukaku al Chelsea dopo quella di Achraf Hakimi al PSG.

DIFFICOLTÀ – Queste le parole all’interno del canale Spreaker di “Calciomercato.com” da parte di Mario Sconcerti sulla possibile cessione dell’attaccante dell’Inter, Romelu Lukaku, al Chelsea. «Mettiamo che l’Inter trovi un’intesa col Chelsea e che Lukaku si trasferisca a 100-120 milioni. Cosa potremmo dire? Temo niente che non si sapesse. E’ stato detto a tutti quali fossero le condizioni degli Zhang. E’ stato chiaro anche il presidente. Alzi la mano uno che non aveva capito che l’Inter era in grande difficoltà. Forse i giornali che hanno sempre scambiato le coperture bancarie per spinte all’investimento e non per debiti ulteriori».

VERITÀ – Sconcerti ha proseguito. «L’allenatore se n’è andato subito dopo aver conosciuto i programmi della società, cosa si voleva di più evidente? Nessuno è stato preso in giro, nessuno ha mentito. C’era una verità chiara di cui pochi hanno voluto farsi carico. Ora vi dico che se Lukaku dovesse andare davvero al Chelsea sarebbe una cosa di calcio prevista, probabilmente augurabile».

DEBITO – Sconcerti ha concluso. «L’Inter di Zhang è una società ipotecata dai creditori già adesso. La vendita di Hakimi non copre niente del debito, solo il deficit della gestione dell’ultimo anno (70 milioni). Trovare qualcuno che paga un giocatore un ottavo dell’intero debito non risolve ma aiuta a tenere viva l’azienda. E che l’Inter ne avesse un bisogno disperato lo sapevano tutti. Benvenuti nel mondo».

Fonte: Calciomercato.com – Mario Sconcerti

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button