Mondo Inter

Sconcerti: «Barella-Inter, favore al Cagliari o investimento? Vale il doppio»

Mario Sconcerti ha parlato del poco interesse delle grandi squadre per il mercato italiano, tranne in alcuni casi come Nicolò Barella per l’Inter

INVESTIMENTO – Queste le parole sul canale Spreaker di “Calciomercato.com” da parte di Mario Sconcerti che risponde così a un articolo pubblicato ieri dal direttore di “Calciomercato.com”, Stefano Agresti. «Caro direttore, non sono d’accordo con il suo editoriale di ieri. Mi sembra già una poderosa riflessione all’indietro. Secondo lei la Juve ha acquistato Chiesa a 60 milioni per fare un favore alla Fiorentina o perché ha pensato di averne bisogno? L’Inter ha acquistato Barella per fare un favore al Cagliari o un investimento in chiave europea? Oggi Barella vale il doppio. E’ da tempo che la grandi squadre, come loro diritto, si interessano poco del mercato italiano salvo trovare plusvalenze facili, e ci sono molti esempi».

PREZZI – Sconcerti prosegue. «Non c’è nessun rapporto tra i conti non sostenibili del calcio e la scorrettezza di creare un club privato dove esistono solo le tue leggi. I prezzi sono poco sostenibili nella vita di ognuno di noi, ma non ci costruiamo una vita parallela che danneggia gli altri. Si cerca di lavorare di più e meglio. I prezzi del calcio dipendono da un mercato costruito dalle grandi squadre, non da me o da lei. Regolino questo mercato correttamente, non escludendo fuori dai regolamenti tutti gli altri e il diritto sportivo. Nessuno pensa che il calcio sia perfetto, ma chi l’ha riempito di debiti sono loro. O le devo ricordare le cifre? Per di più vincendo approfittando dei debiti fatti».

Fonte: Calciomercato.com – Mario Sconcerti

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button