Scarpini: “Mercato Inter con poche cose, ma che capolavoro!”

Articolo di
4 gennaio 2018, 00:42
Roberto Scarpini

Roberto Scarpini – Direttore di “Inter TV” -, ospite negli studi di “Sportitalia Mercato” su Sportitalia, esalta il lavoro fatto da Ausilio e Sabatini all’Inter e si concentra sul campo anziché sulla “distrazione” mercato

CAPOLAVORO INTER – Le parole di Roberto Scarpini mettono in risalto l’operato degli addetti ai lavori nerazzurri in ambito finanziario e di mercato: «All’Inter serve la ciliegina? La torta c’è. La scorsa estate Luciano Spalletti, parlando di Piero Ausilio e Walter Sabatini, disse: “I nostri fuoriclasse”. Entrambi hanno abituato nella loro storia a trovare idee geniali per sopperire a tematiche difficili come ad esempio l’impegno dell’Inter con la UEFA sul Fair Play Finanziario, siamo ancora al giorno uno del mercato invernale. Vedremo… Ausilio è il miglior direttore sportivo della Serie A: ha fatto un capolavoro a giugno dell’anno scorso, poi il lavoro fatto con Sabatini per rientrare nei parametri è stato eccezionale, ma è stato dato poco risalto a questo…».

CHIACCHIERE DI MERCATO – «Simone Verdi? Stiamo pensando alla Fiorentina in questo momento, partita importante. Sul mercato di gennaio Ausilio è stato piuttosto chiaro prima di Inter-Lazio, sarà un mercato in cui non ci sarà possibilità di fare tante cose, ma è lungo e possono crearsi tante cose e opportunità avendo elementi a favore. Spalletti ha detto una cosa a mo’ di battuta, ma il messaggio è forte: crede nel gruppo e vuole controllare che rimanga tale. Partiamo da quello che c’è, poi ci sono alcuni giocatori come Joao Cancelo, che non si è visto nei primi tre mesi e mezzo, ma nelle ultime uscite ha dato dimostrazione di essere valido. Lo scambio tra Joao Mario ed Henrikh Mkhitaryan? Tutti scrivono, bisogna vendere i giornali; tutti parlano, lasciamo parlare… Noi vorremmo avere Lionel Messi!».







ALTRE NOTIZIE