Piccinini: “Accanimento per Conte? Juventus più martellata dell’Inter!”

Articolo di
30 Novembre 2020, 08:26
Sandro Piccinini Sandro Piccinini
Condividi questo articolo

Per Piccinini l’Inter non sarebbe la squadra più criticata della Serie A. Il giornalista, ospite di “Sky Calcio Club”, commentando le parole di Conte dopo la partita col Sassuolo ha fatto un paragone con la Juventus.

MINIMA RIPRESASandro Piccinini giudica il momento dell’Inter: «L’umore è fondamentale. Ci verrebbe da dire perché questo chiarimento non l’abbia fatto prima della partita col Real Madrid, quando ci si giocava la Champions League. C’è stato un momento difficile, con una perdita importante perché l’Inter ha un piede e mezzo fuori dalla Champions League: forse c’era già qualcosa da registrare prima, quella prima ora col Torino era stata veramente brutta. Poi il risultato aveva un po’ nascosto tutto, ma evidentemente c’era qualcosa rimasto in sospeso».

CRITICA – Piccinini contesta: «Antonio Conte ha fatto meno bene a fare il solito discorso di dire che gli sparano addosso. C’è una frecciatina ancora alla società, rimasta in sospeso, ma sulla negatività Conte deve sapere che ha forzato la mano. L’accanimento con l’Inter quest’anno non l’ho visto: per il 90% dei critici la squadra a inizio anno era la più forte, la favorita. Due settimane fa c’è stato un sondaggione fra gli esperti del calcio, e lì è venuto fuori di nuovo Inter favorita. Conte deve sapere, ma lo sa benissimo, che un allenatore o viene esonerato o guadagna dodici milioni a seconda dei risultati, e non dipendono dalle critiche. Questo discorso, che conosce ed è nella sua indole fare un po’ la vittima, forse anche per creare compattezza nel gruppo, l’ha fatto per ottenere una reazione ulteriore».

IL PARAGONE – Piccinini non è d’accordo con Conte sull’accanimento: «La Juventus è stata molto più martellata dell’Inter. Qualche critica è inevitabile, perché in Champions League è a un passo da un’eliminazione che sarebbe pesante, con Borussia Monchengladbach e Shakhtar Donetsk. Che arrivassero critiche dopo la partita col Real Madrid è inevitabile. Ripeto: si considera l’Inter ancora la squadra più forte del campionato. Anche José Mourinho fece le manette e poi arrivò il Triplete. Prima del chiarimento di quest’estate ha fatto il discorso sulla mancanza di protezione mediatica. Quest’anno, sinceramente, questa cosa non l’ho vista: poi, se fai i risultati, le critiche non arrivano. Parlava dello striscione? A parte l’episodio, che è deprecabile, la maggioranza dei tifosi non vedo che ha quell’atteggiamento».



Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.