Perrone: “Conte, più che rinforzi, vuole garanzie dall’Inter. Sarri…”

Articolo di
24 Dicembre 2019, 07:16
Roberto Perrone Roberto Perrone
Condividi questo articolo

Conte e Sarri nel 2020 ripartiranno appaiati in testa alla Serie A. Il giornalista Roberto Perrone, ospite di “Monday Night” su Sportitalia, ha paragonato i due allenatori che guidano la classifica. In aggiunta ha spiegato cosa serva all’Inter per restarci.

ALLO SPECCHIORoberto Perrone confronta gli allenatori primi in Serie A per Natale: «Credo che Antonio Conte sia più adattabile alle situazioni di Maurizio Sarri. Giustamente Sarri ha un’idea più complessa del gioco, vuole determinate cose e cerca determinati equilibri. Conte è uno che prima ancora di lavorare sul gioco lavora sulla testa, infatti le sue squadre partono sempre da una grossa rivoluzione psicologica e all’Inter ha fatto proprio questo. Io credo che Sarri all’Inter avrebbe più problemi di Conte, che avrebbe meno problemi alla Juventus».

PUNTO MERCATO – Perrone parla di cosa può avvenire a gennaio: «Credo che Conte, più che un rinforzo concreto, voglia ottenere dalla società garanzie sul futuro. Perché? Adesso dovrebbero rientrare Stefano Sensi, che si è già rivisto, e Nicolò Barella. Mi sembra una squadra competitiva, il primo anno alla Juventus vinse il campionato contro squadre molto più forti: c’era il Milan, la stessa Inter aveva ancora molti dei giocatori che avevano vinto il Triplete. Io credo che lui voglia porre le basi per giugno, a gennaio può arrivare un giocatore che ti può tamponare qualcosa, che la sua squadra non ce l’ha».

DA TITOLO? – Perrone chiude parlando della possibilità che la squadra di Conte lotti per vincere la Serie A: «Secondo me può giocarsela. L’Inter le partite che ha perso in Champions League non le ha perse per mancanza di giocatori, ma per ancora un po’ di fragilità dal punto di vista della capacità di interpretare le partite in Europa, più che perché gli mancava qualche giocatore. Credo che la rosa dell’Inter sia buona, migliorabile ovviamente, con qualche innesto si copre ma gli uomini forti li ha per essere competitiva. Adesso ha quarantadue punti, gli ultimi due mesi ha giocato senza i centrocampisti migliori Sensi e Barella. Manca anche Alexis Sanchez, questi giocatori stanno rientrando».



Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.