Per Conte nel centrocampo dell’Inter tre rimandati e tre bocciati – GdS

Articolo di
26 giugno 2019, 10:41
Antonio Conte

La “Gazzetta dello Sport” scrive che Antonio Conte ha già fatto alcune scelte per il nuovo centrocampo dell’Inter. Tre rimandati e tre bocciati.

RIMANDATI – Conte vuole mettere mano al centrocampo dell’Inter, e ha già fatto alcune valutazioni. Gagliardini è stato subito tolto dal mercato, perché l’ex c.t. ritiene che le sue caratteristiche siano quasi uniche all’interno della rosa e che, dopo un’opportuna «spolverata», possa diventare importante per la sua Inter. Discorso simile vale per Vecino, che pure aveva avuto un ruolo meno marginale già nella scorsa stagione: la sua corsa, i suoi inserimenti e le sue doti nel gioco aereo sono un bagaglio da cui attingere. Ma si proverà anche a recuperare alla causa Candreva, che nell’ultima stagione ha visto un netto calo di rendimento e che sembrava ormai aver rotto con l’ambiente interista (San Siro gli perdonava poco, negli ultimi tempi).

BOCCIATI – Per tre «rimandati a settembre» ci sono tre bocciati, tre ingranaggi che una volta rimontato il motore potrebbero rimanere in mano, fondamentalmente di troppo. Il più illustre è Radja Nainggolan, di cui Conte suggerisce la cessione, anche a costo di farla in prestito. Il Ninja preoccupa a livello disciplinare e non viene più considerato decisivo in campo: i 39 milioni spesi solo un’estate fa per il suo cartellino e l’ingaggio alto restringono le destinazioni possibili. Se tornasse un vecchio interessamento dalla Cina, potrebbe essere la soluzione. Gli altri esuberi sono i palleggiatori leggeri o poco performanti che rispondono ai nomi di Joao Mario e Borja Valero. Lo spagnolo può tornare a fare il «sindaco» a Firenze, il portoghese piace in patria e al Montecarlo. Terra di motori da F1, ma è solo una coincidenza.

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE