Per Conte lo scudetto è un obiettivo: certezza di oggi e di domani – GdS

Articolo di
28 Maggio 2020, 09:00
Antonio Conte
Condividi questo articolo

Il tecnico nerazzurro mantiene ben salde le speranze di scucire dal petto il tricolore alla Juventus. Lo scudetto resta un obiettivo sia per l’Inter che per Antonio Conte. Un obiettivo da tenere ben focalizzato e utile per aprire un ciclo vincente in nerazzurro

OSSESSIONE? – Oggi, domani e dopodomani. Un’occhiata al futuro dell’Inter di Antonio Conte.Passato alle spalle, tre grandi macro aree sulle quali spendere idee e sudore. Che Inter sarà? Quale Inter ha in testa l’allenatore? Parte del Conte-2 è ancora dentro una stagione irrazionale, la prima, che deve ricominciare. E che vede il tecnico lontano dalla possibilità, non l’idea, quella sotto sotto ancora c’è, di riuscire ancora a combattere per lo scudetto. Non significa arrendersi, certo, anche perché vincendo il recupero con la Sampdoria sarebbero sei i punti da recuperare alla Juventus. Ma la ragione impone all’Inter di individuare nelle due coppe i trofei da mettere in prima fila. “Alzare un trofeo” è ancora l’obiettivo del club. Ritorno col Napoli in Coppa Italia, il Getafe in Europa League. Date un calendario a Conte, vedrete che quelle date le cerchierà in rosso.

MERCATO DIVERSO – Poi sarà l’ora del vero Conte-2. Passerà da un mercato che il tecnico vorrà davvero pianificare in ogni dettaglio con la società. L’estate scorsa, per tempistiche e difficoltà oggettive, qualcosa è sfuggito al controllo. Ora Conte ha un vantaggio: conosce alla perfezione l’organico, pregi e difetti sono alla luce del sole. Sa come e dove rinforzare l’Inter. Non lascerà nulla di intentato perché la prossima dev’essere la stagione dell’attacco definitivo alla Juventus.

OBIETTIVI – Conte non è arrivato all’Inter per fare anticamera. Non è pensabile affidargli un progetto che non metta in programma l’obiettivo scudetto. Il titolo in nerazzurro rappresenterebbe per lui una sorta di chiusura del cerchio, una medaglia al petto da mettersi e da far brillare nel curriculum della proprietà, così abituata a dominare lontano dal mondo sportivo. La crescita è evidentemente esponenziale. E passa anche per una squadra che dovrà essere migliorata nei reparti, ma anche in grado di cambiare faccia dal punto di vista tattico quando possibile. Conte vuole che dall’anno prossimo si apra una storia vincente con l’Inter: non più un miracolo da compiere, ma un obiettivo da centrare.

Fonte: La Gazzetta dello Sport


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer






ALTRE NOTIZIE