Pedullà: “Spalletti, basta pianti! L’Inter ha 2 nomi, ma decide Mourinho”

Articolo di
18 dicembre 2018, 13:13
Alfredo Pedullà

Alfredo Pedullà – giornalista del “Corriere dello Sport” – a “Monday Night” su Sportitalia fa il punto della situazione sulla panchina dell’Inter del futuro, criticando Spalletti per alcuni atteggiamenti controversi

POSSIBILI EREDI – Per Alfredo Pedullà l’equilibrio sulla panchina dell’Inter potrebbe spezzarsi da un momento all’altro: «Diego Simeone ha un contratto con l’Atletico Madrid, Antonio Conte in caso di trattativa non lo avrà più con il Chelsea, questa già è una differenza sostanziale. Conte ha due sogni: tornare in Italia oppure andare al Manchester United. Quindi dipende da José Mourinho, che si sente al sicuro perché esonerarlo costerebbe troppo (è di oggi la notizia dell’addio ufficiale, ndr). E dipende molto anche dal lavoro di Luciano Spalletti, che al 55-60% resterà all’Inter, a patto che sappia prendersi qualche responsabilità in più: purtroppo le picconate le ha date lui all’Inter, non viceversa».

SPALLETTI PIANGENTE – Pedullà mette nel mirino l’atteggiamento dell’attuale tecnico nerazzurro: «In un gruppo ambizioso come Suning, Spalletti non deve fare troppi giri per dare le colpe agli altri, tra cambi e scelte sbagliate… Nell’atteggiamento del post-partita Spalletti ogni tanto dovrebbe dire che è colpa sua, non può essere sempre colpa di un altro! Anche a Roma c’erano questi pianti… Non giustifico le sostituzioni, contesto solo le prime quattro partite, alcune inguardabili! Gli atteggiamenti di Spalletti fuori dal campo sono sbagliati, non se li può permettere e li deve resettare. Lo sponsor Nike fa da apripista per il rinnovo di Mauro Icardi con l’Inter: le parti si metteranno d’accordo sulla base di 7 milioni di euro annui o giù di lì».

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE