Pedullà: “Marotta all’Inter senza gelosie Ausilio! Trappola Lazio. Zhang…”

Articolo di
27 ottobre 2018, 00:32
Pedullà

Alfredo Pedullà – giornalista del “Corriere dello Sport” – ad “Aspettando il Weekend” su Sportitalia dà per certo l’approdo di Marotta nella nuova Inter targata Zhang Jr e analizza la caratteristica negativa della squadra

ZHANG AMBIZIOSO – Per Alfredo Pedullà il nuovo corso nerazzurro darà grosse soddisfazione ai tifosi: «Quelle di Suning con Steven Zhang nuovo Presidente dell’Inter sono ambizioni di un gruppo straordinario. Beppe Marotta non ha bisogno di presentazione, sarebbe – anzi, sarà – un nuovo dirigente dell’Inter appena sarà tutto chiaro, ma prima bisogna aspettare i tempi tecnici della buonuscita dalla Juventus e l’entrata nell’Inter».

MAROTTA CON AUSILIO – Pedullà non ha dubbi sulla coesistenza tra i due dirigenti: «Marotta sarebbe un modo per aumentare il livello del management, senza gelosie, perché Piero Ausilio sarebbe il Fabio Paratici dell’Inter. Per Ausilio era più complicata la convivenza con Walter Sabatini, ché è un grande talent scout e ha fatto il direttore sportivo con risultati importanti: Ausilio accettò il ruolo, anche perché c’era l’etichetta Suning, ma Sabatini lavorava per l’Inter… Quindi non vedo grossi collisioni tra Ausilio e Marotta».

CROLLI INSPIEGABILI – Pedullà sottolinea il problema caratteriale dell’Inter: «Per Lazio-Inter prevedo una trappola. C’è una cosa da dire sull’Inter: quando ha il vento a favore e viene dai risultati positivi, come in settimana dopo la vittoria nel derby, e deve giocare con tranquillità, si perde. Come già visto a inizio stagione, quando ha affrontato avversari morbidi, e ha perso. Se poi c’è la pressione, vince. A Barcellona si poteva perdere, ma con una cifra tecnica diversa da quella mostrata…».

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE