Mondo Inter

Pedullà: “Icardi zitto? No, ora serve una conferenza! Inter sotto schiaffo se…”

Alfredo Pedullà – giornalista del “Corriere dello Sport” – a “Sportitalia Mercato” su Sportitalia critica Icardi per il post provocatorio dopo Rapid Vienna-Inter, sottolineando che la trattativa per il rinnovo andrà avanti alla ricerca della migliore soluzione per tutti

ICARDI ORA PARLI – L’ultima uscita fuori luogo dell’attaccante argentino piace zero ad Alfredo Pedullà: «Tenere la bocca chiusa adesso non serve, serviva prima semmai, oppure serviva prendere le distanze dalle dichiarazioni della moglie. Anzi, adesso è il momento di parlare: il silenzio non ha un significato, sarebbe giusto organizzare una conferenza stampa per chiarire una situazione così imbarazzante. La frase di Mauro Icardi è criptica (si riferisce a questo post social, ndr), si fa ancora più confusione. Non serve mandare messaggi, bisogna fare chiarezza. L’Inter farà la sua proposta di rinnovo a Icardi, ma se non cancella la clausola quest’estate sarà sotto schiaffo: se da parte sua non c’è la volontà di rinnovare, non ci sarà nemmeno se gli offriranno 8-9 milioni di euro all’anno…».

SITUAZIONE SUL MERCATO – Pedullà si pone un quesito: «La domanda da fare ora è: quando giocherà Icardi? La clausola è valida solo all’estero, per cederlo in Italia bisogna contrattare: la Juventus ha pensato a Icardi. Deprezzare il valore del cartellino di Icardi non serve a nessuno, se gli altri club sanno che Icardi è sul mercato iniziano le speculazioni: nessuno vuole pagarlo 110 milioni puntando sul fatto che l’Inter vuole cederlo, per questo magari ci sarà il tentativo di accontentare Icardi sull’ingaggio per togliere la clausola, ma adesso è importante che l’attaccante argentino torni a regime e segni, perché serve anche per il mercato. L’Inter ha intenzione di rinnovare, Icardi è un centravanti non semplice da sostituire. Che centravanti c’è sul mercato tecnicamente all’altezza di Icardi? Per me non ci sono neanche tre nomi… Ovviamente la mia è una provocazione».

WANDA DA CENSURA – Secondo Pedullà serve un dietrofront comportamentale per riparare la situazione: «Piero Ausilio farà la sua proposta, poi Icardi farà la sua valutazione considerando anche la defraudazione della fascia, ognuno farà le sue considerazioni. La fascia andava tolta, per quanto tempo sarebbe andata avanti ancora Wanda Nara senza che l’Inter pendesse posizione? Chi vive lo spogliatoio sa che ci sono venti giocatori – che sono colleghi di Icardi – che si aspettano una pesa di posizione dopo certe dichiarazioni che vanno a minare la tranquillità dello spogliatoio: l’Inter ha fatto benissimo, anzi, l’ha fatto anche tardi. Il ripristino dei migliori equilibri vale più di ogni aspetto tecnico: se dentro casa tua c’è confusone, Guelfi e Ghibellini senza compattezza, devi intervenire già a novembre. E basta con questi post sui social, un conto è se li facciamo noi, un altro conto loro!».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Place this code where you want the "Below the article_Feed" widget to render:
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh