Mondo Inter

Pardo: “Processi Inter? Assurdo, a Napoli ha giocato molto bene”

Pierluigi Pardo ha parlato della situazione in casa Inter dai microfoni di “Tutti Convocati” difendendo la squadra nerazzurra dai processi mediatici dopo l’eliminazione dalla Coppa Italia

NO AI PROCESSI – Pardo non vuole sentir parlare di processi all’Inter dopo la partita di Napoli: «Vogliamo discutere la prestazione dell’Inter dell’altra sera? So che lo fanno tutti, ma io faccio l’avvocato difensore. Se c’è una squadra che mi è piaciuta è l’Inter. Poi ci sono le parate, gli errori, i risultati dell’andata, ovvio. Per carità, discutiamo Conte quando volete, ma discuterlo dopo Napoli-Inter è sbagliato. L’Inter mi è piaciuta. Se si vuole rimproverare qualcosa si può discutere del tempo che ci è voluto per inserire Eriksen, ma discutere sull’altro giorno è francamente assurdo. L’Inter ha giocato bene, a tratti molto bene e mi ha dato la sensazione di una squadra che potrebbe tornare in corsa anche in campionato».

INTER IN CORSA SCUDETTO? – Pardo sostiene che l’Inter vista contro il Napoli potrebbe anche tornare in corsa per lo scudetto: «I margini ci sono. La tendenza di gennaio-marzo non è positiva, ha perso lo scontro con la Juventus e con la Lazio e per me ora è la terza forza, ma accanirsi con l’Inter è sbagliato. Ha giocato meglio del Napoli, che ha avuto il merito di cavarsela e trovare quel gol in contropiede. Quando uno ottiene un risultato c’è sempre un merito come c’è sempre una colpa quando non lo si ottiene, ma l’andamento complessivo mi sembra incoraggiante».

LAUTARO MARTINEZ DEVE SVEGLIARSI – Pardo parla della prestazione sottotono di Lautaro Martinez. L’attaccante argentino è probabilmente distratto dalle voci sul suo futuro, ma deve svegliarsi: «Una svegliatina gli deve essere data, ma Antonio Conte è uno dei migliori in questo. Sicuramente il sospetto che tutte queste attenzioni possano averlo distratto ci può stare e a Conte spetta il compito di riportarlo interno al progetto. Conviene anche a lui fare bene. Io la vedo come un’ulteriore arma, Lautaro ha fatto una partita non buona quindi è un’ulteriore arma di miglioramento. Sanchez è entrato e ha fatto bene, Eriksen per la prima volta è sembrato al centro del villaggio e vedremo se continuerà. Lautaro deve svegliarsi non c’è dubbio».

IL CAMBIO TATTICO – Pardo parla anche della novità proposta da Conte, il 3-4-1-2 con Eriksen trequartista: «Quel tipo di cambiamento tattico può incidere per un attaccante che vive molto di spazio e libertà. L’Inter si esalta negli spazi, il 3-4-1-2 dà qualcosa in più come creatività, ma toglie spazio agli attaccanti, soprattutto quelli come Lautaro. Lukaku la prestazione te la fa sempre, è uno che combatte, Lautaro ha bisogno di spazio e l’altro giorno ce n’era meno. Non deve essere un alibi, ha giocato da 5».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.