Paparesta: “Koulibaly, in Inter-Napoli non seguiti i protocolli internazionali”

Articolo di
3 Gennaio 2019, 17:36
Condividi questo articolo

Intervistato sulle frequenze di “RMC Sport” nel corso della trasmissione “Maracanà”, l’ex arbitro Gianluca Paparesta è tornato sugli episodi di razzismo nei confronti di Kalidou Koulibaly in Inter-Napoli.

LE REGOLE – Queste le parole dell’ex Gianluca Paparesta sugli episodi di razzismo nei confronti di Kalidou Koulibaly in Inter-Napoli del 26 dicembre scorso: «Ci sono delle regole, dei protocolli internazionali che devono essere seguiti ma stavolta non sono stati seguiti. Deve intervenire l’arbitro ma anche il responsabile dell’ordine pubblico. Dopo l’avviso, al nuovo coro si deve interrompere la gara, ma deve essere un’azione simultanea dei due soggetti. Se i cori dovessero continuare, dopo l’interruzione, si può sospendere definitivamente la partita. La Procura federale ha fatto i suoi esami e ha deciso le sanzioni in merito. La società non può fare nulla se ci sono degli stupidi che fanno certi cori, arrecando anche un danno alla società stessa. Mi auguro che questa procedura possa essere applicata in maniera rigida ora, ma spero che non si dimentichi alla prossima occasione. Anche la Uefa si è espressa in merito, ribadendo che le regole sono chiare. L’arbitro deve consultarsi con il responsabile dell’ordine pubblico, poi parte il richiamo e se continuano i cori si procede prima ad una piccola sospensione e poi si decide se continuare o meno».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer






ALTRE NOTIZIE