Mondo Inter

Paolillo: “FFP, Inter virtuosa! Milan? Norme ignorate, rischia come il City”

Ernesto Paolillo è intervenuto in collegamento telefonico durante la trasmissione “Lunedì di Rigore” su “TeleLombardia” per parlare del Fair Play Finanziario che lui stesso aveva contribuito a far entrare in vigore quasi un decennio fa: l’ex Amministratore Delegato dell’Inter ai tempi di Massimo Moratti ha spiegato la differenza tra la situazione dei nerazzurri (appena usciti dal regime di Settlement Agreement) e quella del Milan

L’ANALISI DI PAOLILLO – Di seguito l’intervento di Ernesto Paolillo: «Il Financial Fair Play si è rivelato una scelta estremamente positiva per il calcio, non dimentichiamo che è stato introdotto quando le società di calcio avevano dei debiti enormi verso banche, giocatori e altri club. Adesso questo non c’è più, i debiti sono rapportati alla capacità di fare ricavi della società e non abbiamo più rischi di fallimenti. Se però mi chiedete se è adeguato alle esigenze di oggi vi dico onestamente di no, perché nel frattempo molte cose sono cambiate e una lacuna che ha è quella di non agevolare l’entrata nel mondo del calcio di investitori: se vanno a prendere società con difficoltà poi se le portano dietro nelle penalizzazioni del FFP. Manchester City e Paris Saint-Germain esenti da sanzioni? No, l’UEFA si è mossa sempre molto correttamente: non è giusto dire che questi club sono privilegiati, lo sono nel modo in cui riescono ad attrarre sponsor o ad auto sponsorizzarsi per il semplice fatto che o sono proprietari di un paese intero o di una compagnia aerea trovando il modo di sponsorizzare il club con le proprie società. Questo è un vantaggio e costa comunque meno, però siamo onesti: non sono stati privilegiati. Cosa aspettarsi per Inter e Milan? I nerazzurri hanno seguito un percorso virtuoso in questi anni, per quanto riguarda i rossoneri c’è stato chi guidando la società non ha tenuto nessun conto delle norme del FFP e quindi a questo punto il club ne paga le conseguenze. Qui è la lacuna dell’attuale FFP: deve essere prevista, purtroppo non lo è ancora, una mitigazione delle sanzioni o comunque un periodo di bonus per nuovi proprietari che entrano nella società proprio per salvare il club. Prossime coppe europee senza City e Milan? Non è fantascienza, è una cosa fattibile assolutamente. Quando abbiamo scritto quelle regole del FFP, l’emergenza era evitare fallimenti per più squadre che erano indebitate: oggi quel pericolo non c’è più ed è arrivato il momento di incentivare chi entra nel mondo del calcio. Siamo onesti: quando un fondo entra nel calcio lo fa perché spera entro un certo numero di anni di rivenderlo con un utile, ma come fa se si porta dietro per tre anni il peso delle sanzioni precedenti?».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Place this code where you want the "Below the article_Feed" widget to render:
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh