Mondo Inter

Palmeri: “Inter-Milan, più pesante Ibrahimovic di Handanovic. Candreva…”

Inter-Milan ha due grossi dubbi, uno per parte: Ibrahimovic nei rossoneri, Handanovic nei nerazzurri. Il giornalista Tancredi Palmeri, in collegamento da Milano per “Stadio Aperto” su “TMW Radio”, ha parlato di chi può recuperare e delle possibilità di Candreva di tornare titolare.

LA CHIAVE – A due giorni da Inter-Milan il giornalista Tancredi Palmeri prova a trovare i punti deboli dei nerazzurri: «Dal punto di vista tecnico-tattico direi la limitatezza nel fare filtro nelle transizioni che ha avuto negli ultimi tempi. Il Cagliari, la Fiorentina e il Lecce sono riuscite a trovare spazio alle spalle del centrocampo, arrivando subito all’uno contro uno con la difesa. Siccome sarà un Milan che per forza dovrà giocare di rimessa, e comunque sia lo potrà fare avendo la capacità di giocare il pallone di Zlatan Ibrahimovic, la velocità di Rafael Leao, se vogliamo i cambi di campo di Hakan Çalhanoglu, quella secondo me è la maniera. È ovvio che tutto si basa sulla capacità di tenere alta la tensione del Milan, quindi di controbattere dal punto di vista mentale».

GLI UOMINI – Palmeri giudica il possibile recupero di Samir Handanovic per Inter-Milan: «Sicuramente è il miglior portiere in questa stagione, non averlo fa. Anche se Daniele Padelli non ha preso gol contro l’Udinese però si è vista l’insicurezza del non giocare. Poi entrare nel derby la senti la pressione all’inizio. Secondo me sarebbe molto più pesante l’assenza di Ibrahimovic che quella di Handanovic, che però avrebbe un’influenza. Antonio Candreva? Me lo aspetto alla fine, perché oggettivamente non è mai andato male quest’anno. È stato fra il normale e il buono: non si era mai avvicinato così da quando era all’Inter. È un uomo di Conte, lo conosce mentalmente, per il percorso che ha fatto si merita di giocarsela. All’andata fece benissimo, poi ho visto Victor Moses che non ha fatto male ma siamo ancora in uno stato embrionale: è stato normale».

LA PRESENTAZIONE – Dopo aver analizzato gli uomini, da Handanovic a Ibrahimovic, Palmeri vede un derby Inter-Milan sbilanciato: «Tutti gli indicatori dicono Inter favorita. La classifica, le statistiche, lo stato di forma e la maniera di giocare in questi ultimi tempi, però non è detto. Non è il Milan disastrato dell’andata, che imbarcava acqua da tutte le parti: ha delle armi. Siccome non credo che alla guida del Milan ci sia uno stupido, Stefano Pioli non lo è, credo che sappia quali sono i rischi. Se il Milan capisce che deve ottimizzare quello su cui può fare affidamento ecco che può ribaltare la situazione. Ci sono riuscite Cagliari e Lecce».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.