Mondo Inter

Pagliuca entra nella Hall of Fame dell’Inter: «Coppa Uefa ’98 ricordo unico»

L’Inter ha annunciato il primo ex nerazzurro ad entrare nella Hall of Fame: si tratta di Gianluca Pagliuca. Il club annuncia inoltre che da qui a marzo ogni mese verranno annunciati gli altri vincitori, rispettivamente per le categorie difensori, centrocampisti e attaccanti. Di seguito le dichiarazioni dell’ex portiere 

VINCITORE Gianluca Pagliuca è il quarto portiere, dopo Walter Zenga, Francesco Toldo e Julio Cesar, ad entrare nella Hall of Fame dell’Inter, votata dai tifosi. Da qui a marzo, ogni mese, verranno annunciati gli altri vincitori. L’ex portiere è molto orgoglioso ed emozionato: «Sono davvero orgoglioso e fiero di entrare nella Hall of Fame dell’Inter. Storicamente l’Inter ha sempre avuto portieri fortissimi, da Sarti a Bordon, da Zenga ai miei successori. Essere scelto dai tifosi nerazzurri è per me un onore e testimonia quanto di buono fatto in quei cinque meravigliosi anni con la maglia dell’Inter. Li ringrazio e li porto nel cuore».

RICORDO UNICO – Pagliuca prosegue: «Se riguardo indietro i ricordi sono tanti, ma è impossibile non ricordare la Coppa Uefa 1998, arrivata al termine di una cavalcata strepitosa, con anche partite complicate e rimonte incredibili. Fu un trionfo. Quel giorno a Parigi ero capitano, in quanto lo ‘Zio’ Bergomi era infortunato: alzammo la coppa insieme, un ricordo unico».

RIMPIANTI – Pagliuca, però, ha anche quanto rimpianto: «Nella gioia di un’avventura stupenda resta sempre il rammarico per quel campionato che non siamo riusciti a vincere, e sappiamo bene come andarono le cose. Peccato perché sarebbe stata una doppietta davvero importante. Vincono però i pensieri positivi, come quello dei derby di campionato: 4 vinti e 6 pareggiati, sempre con mie grandi parate, bellissimo».

AMICIZIE – Pagliuca chiude parlando di due suoi ex compagni: «Raggiungo nella Hall of Fame due miei compagni davvero straordinari: Beppe Bergomi e Ronaldo. Lo Zio fu straordinario nell’accogliermi all’Inter nel 1994: lui era un grandissimo amico di Zenga e io arrivavo proprio al posto di Walter. Fu super: come giocatore, ovvio, ma anche come persona. Ronnie… che devo dire! Il più forte con cui abbia mai giocato, nel 1997/1998 fece cose uniche e inimitabili».

Fonte: inter.it

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh