Mondo Inter

Paganin: “Eccessivi i processi all’Inter. Lautaro Martinez non un problema”

Massimo Paganin è intervenuto oggi ai microfoni di “Tutti Convocati” e ha parlato di Inter dopo la semifinale di Coppa Italia ritenendo ingenerosi i processi alla squadra per l’eliminazione

NIENTE PROCESSI – Paganin non vuole sentir parlare di processi all’Inter: «Ho visto due volte la partita e mi sono guardato i numeri. Il processo non sta in piedi. L’Inter è quella che ha espresso il miglior calcio tra le quattro che hanno giocato la Coppa Italia. I 30 secondi in cui ha preso il gol fanno parte del processo di crescita, ma quelli sono gli errori della fase di preparazione. Sono piccole cose che secondo me vanno aggiustate. Il possesso palla è stato del 70%, il numero di passaggi è doppio, i passaggi riusciti sono il 90%. Il lavoro è di qualità, manca ancora qualche cosa che viene fatta. Il passaggio si fa nel momento in cui vinci, finché non vinci manca la consapevolezza e questo ci si deve lavorare. Ora arrivano il campionato e l’Europa League, le cose non si sovrappongono e può essere un vantaggio. Fare un processo ora mi sembra eccessivo».

TEMPO E PAZIENZA – Paganin ritiene che il lavoro svolto sia buono: «Servono tempo e pazienza, la fretta non porta da nessuna parte. E’ consapevole dello sforzo, è stato colmato un gap, poi solo all’interno dello spogliatoio possono capire quel qualcosa in più. Alla rosa poi va aggiunto qualche elemento di spessore, ma il lavoro è stato fatto. L’Inter vista potrebbe anche tornare in corsa. L’Inter mi ha dato questa impressione perché sta credendo nel lavoro che sta facendo, non ho visto una squadra che ha mollato, anche dopo il gol ho visto una squadra che crede nei suoi mezzi. Ha reagito bene anche dal punto di vista mentale».

NESSUN PROBLEMA LAUTARO – Paganin non vede un problema Lautaro Martinez: «Non credo sia un problema, ho visto Sanchez bene. Non può essere un problema un giocatore di 23 anni con una fase di flessione. Lui sta crescendo e cercando la sua dimensione. Ha fatto molto bene all’inizio, forse più delle aspettative e ora ci si aspetta faccia sempre quelle cose. Ci può stare una flessione e c’è un giocatore alle sue spalle che può sostituirlo. Succede in tutte le grandi squadre. Distratto dal Barcellona? Può essere, ci sta che un ragazzo si distragga».

LA PRESTAZIONE DI ERIKSEN – Paganin giudica positivamente anche la prestazione di Eriksen: «Ha fatto bene, mi è piaciuto. Sono rimasto sorpreso dal suo ruolo di trequartista. Questo può essere un’alternativa. Devono adattarsi, forse Lautaro Martinez ha giocato male perché il trequartista porta via spazio. Eriksen ha fatto un’ottima partita, si è mosso bene, si sono spesso alzati Barella e Brozovic. Su questo ha lavorato Conte e questo è un valore aggiunto potendo sfruttare diverse alternative».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.