Mondo Inter

Padovan: “Juventus sta bene, Inter meglio ed è strano. Conte…”

Il giornalista Giancarlo Padovan ha presentato Inter-Juventus ospite di Sky Sport 24. Secondo lui potrebbe esserci un leggero vantaggio per la squadra di Conte, nonostante sia strano dirlo dopo la due giorni di Champions League.

DERBY D’ITALIAGiancarlo Padovan anticipa i temi di Inter-Juventus, provando a trovare una favorita: «È più difficile delle altre volte perché le squadre si equivalgono. Chi ha fatto più strada e l’ha fatta bene è stata l’Inter, che è partita da più lontano. La Juventus sta bene ma l’Inter sta meglio, ed è strano perché una viene da una vittoria in Champions League la Juventus e una da una sconfitta l’Inter. La sconfitta di Barcellona è stata incredibile, dopo un primo tempo straordinario: nel primo tempo doveva fare due gol, poi l’arbitro Damir Skomina ha penalizzato sull’intervento di Arthur ai danni di Stefano Sensi. Se dovessi spendere un euro lo spenderei sull’Inter, perché ha una grande fame e una grande motivazione. La rosa sicuramente più vasta è quella della Juventus, è sicuramente più qualitativa. La Juventus ha quasi due squadre e competitive, però l’Inter ha dodici-tredici giocatori sui quali può contare a occhi chiusi. È vero, potrebbe essere una sfida che viene decisa dai cambi, come è stata decisa quella di Barcellona, vediamo. La pancia mi dice che l’Inter è avvantaggiata».

IL TECNICO – Padovan si sofferma sul grande ex di Inter-Juventus: «Antonio Conte sa che conta come allenatore solo se fa risultato a Milano, dopo averlo fatto a Torino e a Londra. È straordinario motivatore prima di tutto di se stesso, poi ha questa grande capacità di trasmetterlo alla squadra. Non è solo un motivatore, è anche un allenatore che conosce bene sia la strategia sia la tattica. È un po’ troppo tattico, quando gioca col 3-5-2 che diventa 5-3-2, però conosce tutti i sistemi di gioco come il 4-4-2 e il 4-3-3. Io lo vorrei vedere un pochino più spavaldo, come nel primo tempo a Barcellona: nel secondo, complice anche un calo fisico, l’Inter si è abbassata un po’. Conte è un grandissimo allenatore, gli manca ancora la platea internazionale perché Europa League e Champions League sono un tabù per lui, però ovunque vada al primo anno ha sempre vinto».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.