Mondo Inter

Padovan: «Corsa Inter già vincente, Sensi può fare la differenza! Barella non bene»

Padovan – giornalista sportivo -, ospite a “Il Calcio è Servito” su Sky Sport 24, analizza la situazione dell’Inter dopo la sosta internazionale. Le buone notizie per Conte arrivano più da Sensi che da Barella, ma per fortuna può tornare a contare sugli stranieri ritrovati al top

RIECCO SENSI – Anche Giancarlo Padovan fa notare l’importanza di aver recuperato Stefano Sensi: «Può fare la differenza. E bene che Sensi torni in gruppo e a pieno regime. In nazionale ha giocato un tempo nell’ultima partita e quella precedente quasi tutta, in cui non mi è piaciuto. Ieri è stato importante e decisivo. Ha segnato e giocato bene da centrale visto che, quando è entrato, Manuel Locatelli si è spostato a fare la mezzala. Sensi è un giocatore importante per l’Inter, che oggi può aggiungere solo benessere alla sua corsa. Una corsa che è già vincente. Se aggiunge giocatori che stanno bene e hanno entusiasmo, non può non essere una corsa che si conclude in gloria e vittoria».

PROBLEMA SOSTA – Padovan attende di vedere come reagirà l’Inter dopo il lungo stop che ha frenato momentaneamente la serie di vittorie: «Per inerzia sarebbe arrivata… Le pause non sono mai foriere di buoni auspici. Soprattutto se i tuoi giocatori affrontano due-tre partite in meno di una settimana. Ad esempio, non ho visto benissimo Nicolò Barella nelle ultime due partite dell’Italia. Non vorrei che battesse un po’ in testa il suo motore. Però c’è Sensi. E torna Milan Skriniar, addirittura in versione marcatore. Inteso come realizzatore di gol! E poi tornano i croati entusiasti. Francamente in questo momento l’Inter, che è in uno stato di grazia, è difficile per tutti rimontarla».

TITOLARE RITROVATO – Per Padovan il lavoro migliore di Antonio Conte è stato proprio il recupero del centrale slovacco: «Skriniar più di Ivan Perisic, su cui Conte ha fatto un ripensamento. E già dopo la stagione svolta al Bayern Monaco forse ci aveva ripensato e voleva tenerlo. Perché Perisic quel ruolo a tutta fascia ha le capacità aerobiche per farlo, senza palare naturalmente di quelle tecniche. Mi sembrava più sulla linea di addio Skriniar, che invece è rimasto ed è stato un giocatore fondamentale. Lo è e lo sarà ancora».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.