Orsi: “Conte? Mi piaceva più quello di prima! Lukaku è il centro. Vidal…”

Articolo di
10 Novembre 2020, 15:38
Antonio Conte Inter Antonio Conte Inter
Condividi questo articolo

L’Inter non riesce a macinare punti come dovrebbe e sulla graticola c’è anche Antonio Conte. Nando Orsi – ospite negli studi di “Sky Sport 24” – dice la sua sul tecnico nerazzurro, sulla qualità della rosa e su ciò che manca. Di seguito le sue dichiarazioni

TRASFORMAZIONE – L’Inter non riesce a prendere quota. È possibile che Antonio Conte stia prendendo la strada di Zdenek Zeman? Risponde Nando Orsi: «Tra Conte e Zeman c’è un assetto tattico differente, ovvio che da Conte in questo secondo anno ci si poteva aspettare di più. Non so se è un problema di assetto tattico, di sprint o di grinta, fatto sta che queste prime sette partite di Serie A hanno denotato un’Inter dalla quale ci aspettavamo di più. Forse ci aspettavamo di più anche dal suo allenatore, senza nulla togliere al lavoro che ha fatto. Però sono le prime sette partite di un campionato anomalo, per i giudizi definitivi dobbiamo aspettare almeno fino alla sosta di Natale secondo me».

APPROCCIO – Si passa a parlare poi del diverso approccio di Conte davanti alle telecamere rispetto alla scorsa stagione: «Io vorrei rivederlo così anche in queste ultime partite, perché quello è Conte. Perché nelle sue interviste, nelle sue richieste dà uno scossone alla squadra e nello stesso tempo la difende. Come succedeva al primo Mourinho, che quando le cose andavano male di tutto parlava fuorché della squadra. In questo inizio di anno, non so se sta accettando passivamente oppure se è un modo di comunicare differente ma con quel modo di dare è arrivato a una finale di Europa League, dove ha fatto un buon calcio. Dava forse una responsabilità alla società, ma difendeva la squadra fino al punto di lasciarla quasi fuori. Ora forse questo sta mancando all’allenatore, ma quello è il carattere di Conte. Mi piaceva più il Conte di prima».

SOFFERENZA – Secondo Orsi, è la difesa il reparto che soffre di più: «La difesa mi sembra il reparto che sta soffrendo di più, al di là di quello che può mancare a centrocampo e in attacco. Secondo me, dopo l’uscita di Godin, il problema è l’acquisizione di un centrale di difesa. Non c’è una difesa titolare quest’anno, quando giocano quasi sempre gli stessi si crea una specie di accordo. La sfortuna è che Skriniar e Bastoni hanno avuto il Covid, una difesa titolare l’Inter quest’anno non l’ha mai schierata. Poi su Skriniar è un altro discorso: piace a Conte? Quindi secondo me a livello difensivo è un problema che va oltre».

TECNICA – Per finire si parla della qualità della rosa nerazzurra: «In questa Inter manca un po’ di qualità a livello individuale perché è vero che ha Vidal ma come giocatori verticali ha solo lui e in una squadra così importante i giocatori che vanno dentro servono. È una squadra muscolare e con poca tecnica, se non gioca Eriksen. E quando è così a volte non c’è l’invenzione, non c’è l’istinto di andare a saltare l’uomo e devi fare gol in altri modi. Per esempio Lukaku che fa a sportellate e fa gol di prepotenza o come Lautaro Martinez, che ora sta bene ma prima è stato messo sotto accusa. Lukaku è il centro di questa squadra e se non c’è l’Inter ne risente».



Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




<!--//<![CDATA[ var m3_u = (location.protocol=='https:'?'https://servedby.publy.net/ajs.php':'http://servedby.publy.net/ajs.php'); var m3_r = Math.floor(Math.random()*99999999999); if (!document.MAX_used) document.MAX_used = ','; document.write (""); //]]>-->

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.