Orrico: “L’Inter non ha raggiunto l’affiatamento della Lazio. Un limite”

Articolo di
23 Gennaio 2020, 23:41
Corrado Orrico Corrado Orrico
Condividi questo articolo

Orrico, allenatore dell’Inter nella prima parte di stagione 1991-1992, è ospite di “Calciomercato – L’Originale” su Sky Sport. Parlando delle prime in classifica della Serie A ha messo i nerazzurri dietro alla Lazio: ecco perché.

DISTACCO DA DUE – Secondo Corrado Orrico la Lazio sarebbe più forte: «Mi pare di sì, perché l’Inter non ha ancora raggiunto l’affiatamento e la continuità di squadra che ha dimostrato la Lazio negli ultimi tempi. Soprattutto quello che regge la struttura della Lazio è un formidabile centrocampo, dove giocano giocatori sapienti e di livello. Se penso allo slavo (Sergej Milinkovic-Savic, ndr) e allo spagnolo (Luis Alberto, ndr), ma ancora di più al giocatore che sta più in basso fra i centrocampisti (Lucas Leiva, ndr) e al vertice alto (Joaquin Correa, ndr), è in questi quattro giocatori sta la forza della Lazio. Ciro Immobile, che è forte e opportunista, in realtà sfrutta le innumerevoli occasioni da gol che gli propone questo centrocampo fantastico. Io ho molta simpatia per la Juventus e mi aspetto che la dirigenza smetta di fare spese infinite per gli attaccanti, che ne hanno un sacco, e vada sui centrocampisti da cinquanta-sessanta milioni di euro, per fare un centrocampo sapiente come quello della Lazio».

IN BASSO – Orrico ha altri dubbi: «Il limite dell’Inter è l’incertezza. Infatti questi acquisti, che me ne aspetto tre o quattro, dovranno essere numerosi perché c’è il rischio di pagare nel girone di ritorno un prezzo altissimo per la ferocia con cui ha conquistato i punti che ha. Penso che l’Inter ha conquistato i punti che ha attraverso un ritmo forsennato. Siccome l’esperienza mi dice che nessuna squadra può giocare con quei ritmi per un campionato intero, ecco perché potrebbe pagare. In questo caso Juventus e Lazio sarebbero avvantaggiate».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE