Orrico: “Icardi, se gli levi la fascia lo uccidi! Inter, decisione non cumulativa”

Articolo di
29 giugno 2019, 08:47
Corrado Orrico

L’ex allenatore dell’Inter Corrado Orrico tende la mano verso Mauro Icardi. Nel corso di “Calciomercato – L’Originale” su Sky Sport ha escluso la maggior parte di responsabilità all’ex capitano, dandole invece alla società per quanto avvenuto dal 13 febbraio in poi.

DUE PER IL TITOLOCorrado Orrico comincia parlando della sfida fra l’Inter di Antonio Conte e la Juventus di Maurizio Sarri: «È un duello che nasce all’interno, perché tutti e due gli allenatori trovano delle realtà lontane dalla loro mentalità. Prima devono coordinare le situazioni interne, dopo andranno all’attacco del campionato. Io mi aspetto un’Inter tutto l’anno in gara con la Juventus per il campionato: uno come Conte ti porta dieci punti in più, per la sua testardaggine».

IL GRANDE ESCLUSO – Orrico poi si sposta su Mauro Icardi e difende l’ex capitano: «Siamo di fronte a un campione che ha fatto centoventi gol in cinque campionati. Si diano una regolata tutti quanti, non confondano la signora (Wanda Nara, ndr) col giocatore, il giocatore all’interno dello spogliatoio è amato e benvoluto perché è una buona persona. Ora qualche errore sui social la signora l’ha fatto, intanto l’Inter poteva rispondere a muso duro quando faceva certi apprezzamenti, doveva rispondere alla signora e il giocatore lasciarlo stare, levare la fascia a un giocatore del genere lo uccidi. Sulla gestione di Icardi all’Inter non sono per niente d’accordo con Luciano Spalletti, andrò a casa sua a discuterne perché mi piace chiarirlo. Lui doveva impedire a chi ha preso questa decisione, che non è cumulativa come hanno detto tutti ma l’hanno presa uno o due signori all’interno dell’Inter. Non posso pensare che Spalletti sia autolesionista, che gli tolgano dal gruppo un giocatore della classe di Icardi. Io ho un’altra opinione sulla gestione di Icardi, per me è ancora un grande centravanti da Inter. Non ho mai lasciato fuori un giocatore forte perché era pazzo, tanto le partite le vinci con i pazzi e non con i giocatori perbene».

Condividi questo articolo

Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer





ALTRE NOTIZIE