Olivari: “Inter e Juve non hanno 70 mln per Chiesa! Su Conte e Oriali…”

Articolo di
27 giugno 2019, 23:06
Stefano Olivari

Il giornalista e tifoso interista Stefano Olivari, in un articolo su “Indiscreto” di cui è direttore, ha affrontato alcuni temi che riguardano l’Inter: dall’arrivo di Lele Oriali, all’entusiasmo per Antonio Conte al nome di Federico Chiesa sul mercato

CHIESA – Di seguito i punti salienti dell’articolo di Stefano Olivari per quanto riguarda i nerazzurri: “Federico Chiesa andrà alla Juventus, all’Inter o dove vuole. Ma ci andrà da traditore, almeno agli occhi dei tifosi della Fiorentina. A Rocco Commisso l’intelligenza non manca, visto ciò che ha fatto nella vita, e la sua strategia non è chiara soltanto a chi non la vuole vedere. Piccolo particolare: ora come ora, né Juve né Inter hanno 70 milioni da spendere”.

ORIALI – “Il ritorno di Lele Oriali all’Inter, sicuro da mesi anche a prescindere dalla figura di Antonio Conte, è diventato ufficiale. Una bella notizia per gli interisti, che avranno in società un uomo per cui l’Inter è diversa dal Liverpool o dal Guingamp, una notizia un po’ così per gli italiani (fra cui anche molti interisti). L’avevamo già scritto e lo riscriviamo: usare la Nazionale come un taxi, come hanno fatto in tanti e altri (Francesco Totti il prossimo) faranno, è inaccettabile. Ma ancora peggio è che Gabriele Gravina invece di arrabbiarsi abbia tenuto aperta una porta ad Oriali per proseguire la collaborazione fino a Euro 2020“.

CONTE – “L’effetto Conte sugli abbonamenti dell’Inter, esauriti i 40.000 messi in vendita, dice che questo è il mercato degli allenatori. Al tempo stesso garanti di un progetto e prime vittime, per quanto ben pagate, dell’inesistenza dello stesso. Escludendo che l’entusiasmo sia nato per l’ingaggio di Diego Godin o per la gestione del caso Mauro Icardi, è chiaro che Conte è stato un colpo mediatico azzeccato oltre che un allenatore difficile da discutere. Così come è chiaro, pensando a come fu accolto Marcello Lippi vent’anni fa (abbastanza bene, ma senza entusiasmo), che il tifoso interista medio è profondamente cambiato. Non a causa delle politiche dell’Inter, peraltro cambiate più volte, ma del calcio-Playstation a cui ormai un po’ tutti ci stiamo abituando”.

Condividi questo articolo

Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer





ALTRE NOTIZIE