Mondo Inter

Olivari: “Inter e Juve non hanno 70 mln per Chiesa! Su Conte e Oriali…”

Il giornalista e tifoso interista Stefano Olivari, in un articolo su “Indiscreto” di cui è direttore, ha affrontato alcuni temi che riguardano l’Inter: dall’arrivo di Lele Oriali, all’entusiasmo per Antonio Conte al nome di Federico Chiesa sul mercato

CHIESA – Di seguito i punti salienti dell’articolo di Stefano Olivari per quanto riguarda i nerazzurri: “Federico Chiesa andrà alla Juventus, all’Inter o dove vuole. Ma ci andrà da traditore, almeno agli occhi dei tifosi della Fiorentina. A Rocco Commisso l’intelligenza non manca, visto ciò che ha fatto nella vita, e la sua strategia non è chiara soltanto a chi non la vuole vedere. Piccolo particolare: ora come ora, né Juve né Inter hanno 70 milioni da spendere”.

ORIALI – “Il ritorno di Lele Oriali all’Inter, sicuro da mesi anche a prescindere dalla figura di Antonio Conte, è diventato ufficiale. Una bella notizia per gli interisti, che avranno in società un uomo per cui l’Inter è diversa dal Liverpool o dal Guingamp, una notizia un po’ così per gli italiani (fra cui anche molti interisti). L’avevamo già scritto e lo riscriviamo: usare la Nazionale come un taxi, come hanno fatto in tanti e altri (Francesco Totti il prossimo) faranno, è inaccettabile. Ma ancora peggio è che Gabriele Gravina invece di arrabbiarsi abbia tenuto aperta una porta ad Oriali per proseguire la collaborazione fino a Euro 2020“.

CONTE – “L’effetto Conte sugli abbonamenti dell’Inter, esauriti i 40.000 messi in vendita, dice che questo è il mercato degli allenatori. Al tempo stesso garanti di un progetto e prime vittime, per quanto ben pagate, dell’inesistenza dello stesso. Escludendo che l’entusiasmo sia nato per l’ingaggio di Diego Godin o per la gestione del caso Mauro Icardi, è chiaro che Conte è stato un colpo mediatico azzeccato oltre che un allenatore difficile da discutere. Così come è chiaro, pensando a come fu accolto Marcello Lippi vent’anni fa (abbastanza bene, ma senza entusiasmo), che il tifoso interista medio è profondamente cambiato. Non a causa delle politiche dell’Inter, peraltro cambiate più volte, ma del calcio-Playstation a cui ormai un po’ tutti ci stiamo abituando”.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Place this code where you want the "Below the article_Feed" widget to render:
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh