Nocerino: “Scudetto? Inter e Juventus avanti. Eriksen? Non so come fa”

Articolo di
11 Dicembre 2020, 21:29
Eriksen Inter-Parma Eriksen Inter-Parma (foto Tommaso Fimiano – copyright Inter-News.it)
Condividi questo articolo

Antonio Nocerino, ex centrocampista di Milan e Palermo, ha commentato la lotta scudetto ai microfoni di “TMW Radio”. Si parla, ovviamente del momento di forma del Milan, ma anche di Inter e delle difficoltà di Eriksen

AMBIZIONI – Il Milan guarda tutti dall’alto in questo momento. I rossoneri di Stefano Pioli si sono resi protagonisti di un avvio di stagione davvero sorprendente. Ma qualcuno si chiede ancora se lo scudetto possa essere un obiettivo alla portata. Antonio Nocerino risponde su questo, e molto altro, ai microfoni di “TMW Radio”: “In questo momento penso che nessuno possa dirlo (il termine scudetto, ndr), tranne due squadre organizzate e con una rosa tale per farlo, ovviamente Inter e Juventus. Sono squadre costruite per questo, mentre le altre stanno cercando di creargli dei problemi, e certamente continueranno. Oltre al Milan penso anche a Napoli, Roma e Lazio: stanno tutte crescendo e sono curioso di vedere la classifica a marzo, quando ci saranno le coppe. Da lì si potrà cominciare a dare giudizi più decisi“.

IL CASO – C’è spazio per parlare degli organici di Inter e Juventus. Ma anche sulla questione Eriksen Nocerino ha detto la sua: “Guardando le rose e i giocatori singolarmente, (Inter e Juventus) hanno profili di livello più altro rispetto alle altre. A mio avviso hanno gli organici più completi, ma ovviamente non voglio dimenticarmi delle altre. Le vedo solo un pochettino più avanti, anche perché certi giocatori sono più abituati a determinate partite. Eriksen? Da giocatore, e non sono mai stato all’altezza di Eriksen, farei fatica ad accettare tutto questo. Per carattere. Però pensi che sei un professionista, e l’allenatore fa delle scelte, belle o brutte che siano: ognuno si prenderà le proprie responsabilità. Eriksen sta facendo il suo dovere, che giochi dieci minuti o trenta secondi: so che è brutto ma bisogna farlo, adesso poi arriverà il mercato e potrà andare via. Caratterialmente, però, siamo tutti diversi: lui si sta comportando in modo incredibile“.




© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.