Mondo Inter

Nicolodi lancia l’Inter: “Il Bayer Leverkusen dietro combina di tutto, i limiti”

L’Inter sfiderà il Bayer Leverkusen questa sera alle ore 21, per i quarti di finale di Europa League. Il giornalista di Sky Sport Pietro Nicolodi, commentatore della Bundesliga, è intervenuto in collegamento su “Radio Sportiva” e ha segnalato i punti di forza e (soprattutto) di debolezza dei tedeschi.

I RIVALIPietro Nicolodi inizia la sua analisi da Kai Havertz, avversario numero uno da fermare in Inter-Bayer Leverkusen: «Sicuramente è un giocatore molto interessante, dalle doti tecniche e fisiche clamorose. Resta da vedere se avrà le doti e la testa per gestire tutto quello che gli sta intorno, le pressioni e i milioni che vale, o il fatto di non essere mai stato decisivo nelle partite che contano veramente. È un giocatore straordinario, che però deve ancora dimostrare tutto quanto».

I LIMITI – Nicolodi segnala pregi e difetti del Bayer Leverkusen: «Di norma fa tenere tanto palla. Il possesso palla è il mantra di Peter Bosz, anche a costo di perdere qualche occasione per andare in verticale. L’importante è tenere il pallone, che è una buona cosa per l’Inter se si pensa che in difesa il Bayer Leverkusen non è all’altezza della situazione per i grandi palcoscenici europei: ne combina di tutti i colori. Spesso ha dei momenti di amnesia totali anche in possesso palla, perché a volte si perdono e fanno degli errori clamorosi. Mi viene in mente la partita col Bayern Monaco in campionato: in vantaggio 1-0 perdono un pallone incredibile sulla trequarti, contropiede e gol dell’1-1. È il limite del Bayer Leverkusen: per venti minuti magari gioca un calcio clamoroso e poi si perde».

COME SI FERMA? – Nicolodi dà consigli all’Inter: «Sarà fondamentale mettere pressione sui portatori palla, cercare di toglierla al più presto. Attaccare già dalla metà campo del Bayer Leverkusen è una delle chiavi per vincere la partita, anche perché si corre meno dopo. È una cosa fondamentale in questo tipo di calcio. Sicuramente non hanno l’abitudine di gara classica che si ha nel pieno di queste competizioni. Come arrivano i tedeschi al match con l’Inter? Sono molto riposati, hanno fatto due settimane di pausa e ricominciato la preparazione. La seconda partita a volte è più difficile della prima: vediamo, sono abbastanza curioso».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Place this code where you want the "Below the article_Feed" widget to render:
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh