Nicchi: “VAR a chiamata? Inutile, serve una sala centralizzata”

Articolo di
26 Dicembre 2020, 20:19
Marcello Nicchi Marcello Nicchi
Condividi questo articolo

Marcello Nicchi, presidente dell’Associazione italiana arbitri, ha affrontato diversi temi nel corso del suo intervento ai microfoni di “Rai RadioUno”, durante la trasmissione “Sabato Sport”

POTENZIAMENTO – La pausa natalizia è un’ottima occasione per fare il punto sul rendimento della classe arbitrale e sull’utilizzo della VAR. L’ha fatto il presidente dell’Aia Marcello Nicchi, ai microfoni di “Rai RadioUno”: “Azzerare tutti gli errori non è possibile, ma tutto è migliorabile e la sala VAR unica di Coverciano costituirà un passo decisivo. Col secondo e terzo anno di applicazione si hanno dati più certi ma è evidente che stiamo soffrendo la mancanza di un centro VAR ancora in fase di perfezionamento, oltre il fatto che le partite si svolgono in un clima surreale a causa della pandemia. Ci sarà un grosso miglioramento quando la Figc ci darà la chiave della sala Var centralizzata di Coverciano. Sarà un laboratorio che porterà progressi incredibili, il passo più importante che farà il calcio italiano nei prossimi anni“.

INNOVAZIONI – La necessità di avere una sala VAR centralizzata è legata alla volontà di insistere sull’uniformità di giudizio: “L’uniformità è quasi un’utopia ma avvicinarsi è fattibile – sostiene Nicchi -. Sotto questo punto di vista, le cose sono molto migliorate e grazie alla tecnologia l’uniformità aumenterà perché nessuno potrà applicare il regolamento a sua immagine e somiglianza: ma dovrà applicarlo in modo preciso secondo i protocolli. VAR a chiamata? Non credo che ci sia bisogno di qualcuno che dalla panchina chieda all’arbitro di andare a rivedere certe cose. Lo sa da solo che deve rivedere quello che gli viene suggerito dal VAR“.




© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.