Mondo Inter

Napoli: “Balotelli-Inter? Nessun veleno! Mancini lo lasciava libero. Conte…”

Aiman Napoli conosce bene Mario Balotelli, con il quale ha condiviso l’esperienza alla Primavera dell’Inter. L’ex attaccante racconta l’amicizia con l’attaccante del Brescia, che stasera sfiderà i nerazzurri al “Rigamonti”. Tanti aneddoti legati al suo rapporto speciale con Roberto Mancini e non solo. Di seguito le sue dichiarazioni a “Sky Sport 24”

RICORDIAiman Napoli ha condiviso con Mario Balotelli l’esperienza alla Primavera dell’Inter: «Mario esordì col Cagliari e poi a Reggio Calabria fu titolare in Coppa Italia. Mi ricordo che Sinisa Mihajlovic gli disse “se entro 30 minuti non fai gol ti sostituisco”. Quando poi segnò una doppietta contro la Juventus dormimmo insieme e si svegliò in un altro mondo. Il primo che lo chiamò fu Marco Materazzi, che lo avvertì di non montarsi troppo la testa una volta sceso giù. C’era la copertina della Gazzetta dedicata a lui».

RAPPORTO SPECIALE – Napoli parla poi del suo rapporto speciale con l’attaccante del Brescia: «Per me è un fenomeno e a livello umano è sempre stato importante per me. Ci sentiamo ancora, diciamo che bisogna accettarlo per quello che è. Lui stesso sa di aver sbagliato in alcune situazioni, ma è una persona meravigliosa. Ha fatto un po’ di fatica ad affrontare questa popolarità improvvisa. A volte le persone sfruttano l’immagine di Balotelli per far parlare di sé. Lui ha le sue colpe, per la sua immaturità la migliore cosa era fare cose sul campo che nessuno poteva immaginarsi. Adesso è in un calcio dove potrebbe essere uno dei più forti, ma fa un po’ più di fatica».

LIBERTÀ – L’ex Primavera nerazzurro spiega come mai Roberto Mancini è così importante per Balotelli: «Mancini lo lasciava libero di esprimersi senza dirgli nulla, se non a livello tattico e difensivo in alcune situazioni. Nel calcio di oggi non puoi più permetterti di fare quello che vuoi e a volte riesce a far vedere le sue immense qualità, altre volte sparisce all’interno delle dinamiche della partita. Lui ha dei colpi che nemmeno Zlatan Ibrahimovic faceva. Balotelli ha bisogno di una costante attenzione da parte dell’allenatore, devi farlo sentire coccolato. Mancini ha sempre avuto questa abilità, dopo in Inghilterra doveva gestire un campionato come la Premier League e non poteva stare dietro a un solo giocatore».

NESSUN VELENO – Una considerazione sulla sfida di stasera, che vede Balotelli sfidare il suo passato: «Se ha il dente avvelenato con l’Inter? Più che altro è che a volte si lascia influenzare dalle provocazioni, quindi ho paura che se venisse provocato rischia di reagire male. Non ha il dente avvelenato perché ama giocare a calcio, per quanto a volte non sembri.

PASSATO NERAZZURRO Un tuffo nel passato: «La mia esperienza all’Inter? Quell’anno lì feci 34 gol in Primavera, l’anno dopo 32. Poi ho fatto tre anni di Serie B, in seguito ho avuto un grave problema di salute. Ho ricominciato dalla Serie C e ho avuto una serie di infortuni, però non ho mai mollato. Quello che era il mio progetto non si è realizzato e questo non mi rende molto felice. Mi ricordo una telefonata di Conte quando io ero al Crotone e lui al Siena. Chiamò l’allenatore in seconda dicendomi: “Napoli continua così perché stai facendo benissimo”. Poi dopo purtroppo ho avuto questa malattia».

INTENSITÀ – Napoli commenta anche le parole di Conte, che ha parlato di coperta corta: «Io posso capire Conte, la sua squadra gioca con tanta intensità. In quel centrocampo c’è Stefano Sensi che ha fatto più di quanto si pensasse. Poi si trova con Borja Valero che non garantisce intensità e Matias Vecino che è stato discontinuo. Allora si è dovuto rifare con gli altri giocatori, che giocano ogni tre giorni. E’ tutto un continuo, non è facile gestire tutto. Non hai la stessa intensità, è proprio fisiologico. A meno che qualcuno non riesca a risparmiarsi durante la partita, ma con Conte questa cosa non può mai accadere. Bisogna fare i complimenti a Conte per come sta gestendo questa squadra. Lautaro Martinez sta facendo cose straordinarie. Ha bisogno di un sostituto in attacco perché non può giocare tutto l’anno».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.