Nainggolan trequartista può cambiare l’Inter, Lautaro non ha la forza – CdS

Articolo di
21 agosto 2018, 10:38

L’Inter vista col Sassuolo ha dimostrato che come trequartista ha bisogno di Radja Nainggolan. Il “Corriere dello Sport” sottolinea l’importanza del suo acquisto per Spalletti.

SERVE IL TREQUARTISTA – Il cambiamento più importante per l’Inter nelle prossime partite, sul piano della consistenza tattica oltre che della forza atletica, verrà portato da Nainggolan. Se Lautaro Martinez è quello visto a Reggio Emilia, l’Inter avrà la possibilità di sfruttarlo nelle partite col punteggio bloccato: per giocare in quella posizione, da trequartista nel 4-2-3-1, servono forza, attenzione e un accanimento che non appartengono a un giocatore tecnico come l’argentino. Che in ogni caso, per calarsi nella nuova mentalità, ha bisogno di tempo. Nainggolan dovrà incollare il centrocampo all’attacco, come faceva nella Roma di Spalletti. E’ il trequartista che lavora come un mediano, che può sostituirsi a un mediano se c’è questa necessità (e a Reggio Emilia c’era…).

RUOLO FISSO – Non è arrivato un centrocampista all’Inter, in chiusura di mercato: circoscritto ai sogni estivi Modric, così il vero acquisto sopra le righe è stato quello di Nainggolan. Ipotizzarlo lontano dalla trequarti è un azzardo che Spalletti non si concede: ha esaltato il Ninja nel ruolo di trequartista – dove può vedere meglio la porta – nell’ultimo anno alla Roma. Poi il belga non gradisce molto stare a centrocampo. Ecco, magari in un secondo tempo di tentata rimonta come quello col Sassuolo lo si potrebbe vedere lì. Ma a titolo di eccezione. Certo è che all’Inter la sua energia serve come il pane.






ALTRE NOTIZIE