Nainggolan: “Conte? Mentalità assurda! Lautaro Martinez come Dzeko”

Articolo di
26 Aprile 2020, 16:23
Nainggolan
Condividi questo articolo

Nainggolan è tornato a parlare della sua esperienza all’Inter in una diretta su Instagram. Il centrocampista del Cagliari, in prestito dai nerazzurri, ribadisce di aver apprezzato la schiettezza di Conte e paragona Lautaro Martienz a Dzeko. Di seguito le sue dichiarazioni

SCHIETTEZZA Radja Nainggolan, da persona senza peli sulla lingua, ha molto apprezzato la schiettezza di Antonio Conte: «Conte l’ho vissuto un mese, poi lascia stare le scelte che hanno preso perché quando uno è bravo devi dirlo, ho visto una mentalità sua assurda. In un mese in cui sono stato con lui mi ha detto le cose chiare, in faccia, come piace a me. Dopo un mese la squadra già capiva cosa lui voleva. Sono pesanti gli allenamenti ma te ne accorgi dopo qual è la sua idea di calcio».

PARAGONE – Nainggolan elegge poi Edin Dzeko miglior centravanti con cui ha giocato, con un complimento rivolto a Lautaro Martinez: «Se Dzeko è più forte di Romelu Lukaku e Mauro Icardi? Sì perché lui fa tutto: assist, gol, difende palla e fa salire la squadra. Icardi è uno che in area è il più forte di tutti, Lukaku ha la prepotenza fisica e la velocità. Tipo un Lautaro Martinez somiglia di più a Dzeko perché tiene bene palla, è forte fisicamente, è furbo, tira sia di destro che di sinistro. Solo che è molto più basso, però per tecnica è un giocatore fortissimo».

ESORDIO – Nainggolan esprime il suo pensiero su un grande ex nerazzurro e ricorda il suo esordio contro l’Inter di José Mourinho: «Ronaldo il Fenomeno? Io me lo ricordo quando stava al Real Madrid, era già pesante ma andava a tremila uguale. Ho visto su YouTube i suoi video, era devastante. Giocatori che all’inizio mi hanno infastidito? Ricordo l’Inter del Triplete, ero entrato contro di loro, forse è stato il mio esordio con il Cagliari. Dopo tre secondi ho provato a fare un contrasto e Thiago Motta mi ha rimbalzato. Erano tutti enormi all’inizio».

NUMERI UNO – Per chiudere Nainggolan parla dei portieri con cui ha giocato, compreso Samir Handanovic: «Portieri più forti con cui ho giocato? Alisson ma anche Handanovic è forte. Handanvoic è un portiere incredibile, soprattutto per la calma con cui gioca. Se lo vedi con il cappello in porta non sembra sto bel ragazzo, non lo vedi bello esteticamente come portiere. Ha un’efficacia nelle giocate con i piedi, esteticamente magari non è bello ma tecnicamente è incredibile. Fa delle cose che altri portieri non fanno».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE