Mondo Inter

Molinari: “Sono orgoglioso della mia Inter. Suning professionale. L’augurio…”

Francesco Molinari è il protagonista della nuova puntata di “Welcome To”, format digitale della Inter Media House che in questa occasione ha intervistato il tifoso interista e primo golfista italiano a conquistare un Major grazie al successo nel 147° British Open nel 2018, fresco di vittoria nell’Arnold Palmer Invitational di Orlando. Il campione di golf parla della sua passione per i colori nerazzurri, nonostante una famiglia juventina e termina con un augurio speciale. Di seguito le sue dichiarazioni

PARAGONE CHE FA PIACEREFrancesco Molinari, campione italiano di golf e grande tifoso dell’Inter, parla della squadra nerazzurra che nel 2010 conquistò la Champions League: «A me da interista il paragone tra il mio 2018 e il 2010 dell’Inter fa molto piacere, perché da tifoso ho vissuto il 2010 come una stagione incredibile. Anche lì sicuramente con una continuità di successi che nello sport moderno è molto difficile da conseguire. Mi fa piacere e sta agli altri fare paragoni e non a me. Però da interista mi fa molto piacere essere accostato a quell’Inter in particolare. Ci sono tantissimi tifosi di calcio che nella loro intera vita non hanno l’occasione di vedere la loro squadra del cuore vincere la Champions League, per cui è stato un momento indimenticabile, arrivato al culmine di una stagione fantastica. È un ricordo indelebile».

PASSIONE DI VECCHIA DATA – «La mia passione per l’Inter è nata da piccolo, nonostante nella mia famiglia siano tutti juventini. Io sono un po’ la pecora nera della famiglia. È probabilmente perché vincemmo lo scudetto in quegli anni. Probabilmente fui influenzato da quei successi, è una passione che mi porto fin da allora. C’è stato un periodo quando vivevo ancora a Torino e non ero un professionista, in cui era più facile seguire l’Inter e mi capitava di andare a Milano regolarmente a vederla a San Siro: adesso purtroppo con gli impegni è più difficile, però comunque continuo a seguirli online e in televisione quando è possibile. Sono ovviamente molto orgoglioso della mia squadra. I derby con mio fratello non si vivono facilmente perché lui è un tifoso molto passionale, ci siamo abituati fin da ragazzini: le discussioni calcistiche non sono mai mancate. Ci troviamo d’accordo su un sacco di cose nella vita, ma praticamente mai sul calcio».

AUGURIO SPECIALE – «Paragonare la rovesciata di Djorkaeff a un colpo da golf? Direi che bisogna paragonarla a un colpo di recupero, magari da dietro una pianta dove bisogna usare una tecnica particolare per mandare la palla vicina alla buca. L’augurio che faccio all’Inter è di continuare nel percorso di crescita che è stato avviato negli ultimi anni. Da quando Suning ha preso la proprietà, direi che sono stati fatti grossi passi avanti. Mi sembra che ci sia un’ottima mentalità, un ottimo approccio molto serio e professionale alla crescita della squadra. Gli auguro di proseguire su questa strada e poco a poco di migliorare anno dopo anno, come ho fatto io e presto di essere al top dei club europei».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh