Modric, Perez denuncia Inter? Non proprio, Suning inattaccabile: ecco i motivi – Goal

Articolo di
8 agosto 2018, 12:41

L’Inter continua a sognare Luka Modric, mentre da Madrid il Presidente del Real – Florentino Perez – fa sapere di voler denunciare il club nerazzurro per doping finanziario (QUI i dettagli): Marco Bellinazzo, esperto di finanza sportivo del “Sole 24 Ore”, spiega su “Goal.com” come stanno realmente le cose. Di seguito i dettagli

EFFETTO SUNING“I ricavi nel 2017 rispetto al 2016 sono aumentati del 33% e si attestano sui 320 milioni di euro. Al netto delle plusvalenze da calciomercato che hanno portato incassi per circa 40 milioni e dei “bonus” legati alla partecipazione al girone dell’Europa League (una quindicina di milioni complessivi) significa che il fatturato strutturale del club nerazzurro – diritti tv, stadio e area commerciale – è cresciuto di circa 60 milioni rispetto alla stagione 2015/16 quanto si era fermato a poco più di 200 milioni. È questo l'”effetto” Suning. Un miglioramento che ne farà la vera antagonista dalla Juventus che viaggia “strutturalmente” sopra i 400. Questo non vuol dire che potrà fare pazzie per Modric e dovrà trovare formule per il cartellino e per l’ingaggio (15/20 milioni lordi a stagione) per ammorbidire l’impatto di una eventuale acquisizione del play croato”.

TURBAMENTI MADRILENI“Ecco allora che potrebbero essere messe in atto strategie commerciali da parte di Suning: proprio quelle che preoccupano Florentino Perez. È evidente che Suning non può immettere direttamente risorse nell’Inter per coprire l’operazione. Ma anzitutto può contribuire a incrementare le entrare commerciali del club con contratti di proprie società “correlate”. Questi contratti di sponsorizzazione sono stati e potranno essere molto utili per mettere benzina nel motore nerazzurro. Il Real Madrid può denunciarle l’Inter alla Uefa, ma i nerazzurri restano inattaccabili nel limiti del cosiddetto fair value. Ma probabilmente, a turbare i sonni di Florentino sono i contratti di sponsorizzazione commerciale individuale che Suning potrebbe garantire a Modric assoldandolo come proprio testimonal a livello internazionale. Per questi proventi potrebbero esserci le condizioni in Italia per applicare l’imposta forfettaria di 100mila euro all’anno. La stessa, introdotta dalla legge di Stabilità 2017, di cui beneficerà Cristiano Ronaldo. Ma denunciando questa prassi alla Uefa Florentino potrà fare ben poco, visto che la legislazione fiscale resta nella sovranità nazionale. Verrebbe da dire per il calcio spagnolo ripensando alla “legge Beckham” e alla loro aliquota Irpef agevolata del 23% applicata negli anni Duemila, che chi di Fisco ferisce di Fisco rischia di perire”.







ALTRE NOTIZIE