Mondo Inter

Minoliti: “Handanovic come Zoff, capisco problema Inter! Manca un +5…”

Minoliti – giornalista della “Gazzetta dello Sport” -, ospite negli studi di “Monday Night” su Sportitalia, giustifica l’Inter dalle critiche per aver sottovalutato il ruolo di secondo portiere evidenziando il peso rappresentato da Handanovic in rosa. Per quanto riguarda la classifica, impronosticabile il primo posto con la Juventus

PROBLEMA DODICESIMO – Va controcorrente Nino Minoliti dopo aver sentito le critiche di alcuni colleghi: «C’è un problema sul discorso secondo portiere. Adesso c’è una scuola di pensiero secondo cui si possono alternare i portieri, mentre prima i titolari non saltavano nemmeno una partita se non in casi eccezionali. Quando hai un portiere come Samir Handanovic, che è stile Dino Zoff e non salta una partita da tre-quattro campionati, è dura trovare uno che gli faccia da dodicesimo. Daniele Padelli non è un cattivo portiere, ma paga la desuetudine a giocare. Trovare un portiere di buono-ottimo livello disposto a giocare in una squadra che, se gli va bene, gli fa fare un paio di partite in Coppa Italia, non è facile. Rispetto alle aspettative, Andrei Radu quest’anno ha avuto una traiettoria in calando, non è cresciuto. Quindi posso capire la scelta dell’Inter di non tenerlo in casa. Handanovic non ha saltato una partita. Non solo era ritenuto indiscutibile, ma si è pure fatto male prima dell’Udinese che non era una passeggiata. L’Inter ha in sequenza Udinese, derby contro il Milan, Napoli in coppa e Lazio. La casualità dell’infortunio imprevedibile avviene in questo momento, in cui l’impatto è notevole».

INTER OLTRE LE ASPETTATIVE – Dando uno sguardo alla classifica, Minoliti non nasconde lo stupore: «Secondo me sono cambiati gli equilibri nella lotta scudetto. Dovendo fare un borsino delle quote, sono in leggero ribasso quelle delle della Juventus, in rialzo quello dell’Inter e in netto rialzo quelle della Lazio, che è lì e va tenuta in considerazione anche per come sta giocando. Sono convinto che la Juventus si aspettava di essere almeno a +5 sulla seconda, cioè sull’Inter, per gestire meglio la fase più difficile della stagione. E invece così non è. L’Inter ha avuto infortuni importanti. Basti pensare a Stefano Sensi e Alexis Sanchez. E non ha avuto i ricambi. Ma guardando le due rose nessuno si sarebbe immaginato di vedere le due squadre a pari punti a questo punto della stagione».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.