Milito: “Ecco cosa ci disse Mourinho prima di Bayern-Inter! Io fortunato”

Articolo di
31 Marzo 2020, 19:25
Diego Milito
Condividi questo articolo

Milito è ospite in collegamento con “Sky Sport 24”. L’ex attaccante dell’Inter, simbolo dello storico Triplete, ha parlato del Coronavirus e rivissuto le emozioni della Champions League 2010 svelando un retroscena su alcune parole di Mourinho

CORONAVIRUS – Di seguito le parole di Diego Milito: «Un periodo molto difficile per tutti, sia in Italia che in Argentina. Noi siamo in quarantena, isolati da dodici giorni cercando che questo passi il più presto possibile e stare con la famiglia».

INTER-BARCELLONA – Milito viene interpellato sulla semifinale d’andata della Champions League 2010: «Vi ringrazio che state facendo vedere tutte le partite dell’Inter di quell’anno. Sicuramente questo momento difficile far rivedere ai tifosi nerazzurri è qualcosa di bello».

MOURINHO A MADRID – A Milito viene chiesto qualche aneddoto sul tecnico portoghese in occasione della finale contro il Bayern Monaco: «José Mourinho ci ha trasmesso soprattutto molta tranquillità in quei momenti. Lui era molto importante per noi, era il nostro leader. Sapeva dell’importanza di trasmettere molta tranquillità in quei momenti di tensione. Era una finale dopo tanti anni, quello che significava per noi e per tutto il mondo nerazzurro era sicuramente una partita di molta tensione. Lui ci ha trasmesso tranquillità. Ricordo perfettamente che prima di andare allo stadio ci ha detto di cercare di goderci la giornata che non si sapeva se saremmo riusciti a viverla un’altra volta. Per noi questo era molto importante, giocare come squadra che ci aveva portato fino alla finale. Se riuscivamo a fare quello che avevamo fatto in tutte le partite precedenti come squadra sicuramente potevamo vincere questa finale».

SENSAZIONE – Milito si esprime così sullo stato d’animo di quel 22 maggio: «Se avevo la sensazione che avrei deciso io la partita? Quando uno si sveglia ha sempre delle buone sensazioni, cerca di essere tranquillo e scendere in campo con la voglia sapendo che può sempre andare bene. Era una partita speciale, tanti di noi non avevano avuto l’opportunità di vivere quel momento ed era un’opportunità unica per tutti noi. Siamo stati consapevoli di poter vincere, siamo arrivati con tanta fiducia avendo vinto sia la Coppa Italia che il campionato. Era una grande opportunità per lasciare il marchio nel calcio italiano, era un grande desiderio alzare questa coppa. Così mi sono svegliato, con la voglia e la tranquillità di fare tutto quello che avevamo fatto fino a quel momento. Per fortuna abbiamo fatto una grande partita. Non solo io. Io sono soddisfatto di aver fatto due gol in finale e sono fiero di questo ma è la vittoria del gruppo. Noi avevamo un gruppo straordinario di grandi campioni. Io sono arrivato nel momento giusto all’Inter, loro avevano già una grande rosa e un gran gruppo che aveva vinto quattro Scudetti di fila. Io ho avuto la fortuna di arrivare al momento giusto, solamente quello».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE