Mondo Inter

Mazzola: «Tocca a Conte. L’Inter immobilizzi Immobile! Mi rivedo in Barella»

Mazzola – storica bandiera dell’Inter -, intervenuto sulle frequenze di Radio Nerazzurra, parla del momento attuale della squadra di Conte, in vista della partita contro la Lazio. Tanti complimenti per Barella, qualche critica per le punte. A fine articolo è accessibile il contenuto audio dell’intervista a Mazzola

PARTITA STORICA – I ricordi di Sandro Mazzola risalgono alla prima sfida in famiglia: «Per me Inter-Lazio ha un sapore particolare perché io avevo mio fratello che giocava nella Lazio. Quella volta che sono andato a Roma per giocare contro la Lazio, siamo andati in campo e ci siamo guardati come per voler dire: “Ma come facciamo uno contro l’altro?”. Ed è stato molto bello, perché come aveva la palla uno l’altro guardava dall’altra parte e gli lasciava fare quello che voleva».

GUIDA DALLA PANCHINA – Mazzola mette pressione all’allenatore nerazzurro: «Deve essere bravo Antonio Conte. Molto bravo Conte, perché ti viene da dire: “Porca miseria, adesso cosa facciamo?”. Deve essere l’allenatore che ti prende la testa e ti convince che tu sei più forte. Che è stato un caso particolare. Solo lui lo può fare. È l’Inter che deve beccare Ciro Immobile e immobilizzarlo! E cominciare a mettergliene uno davanti e uno dietro, in modo che non gli diano la palla. Poi, dopo, il resto si può fare. Pronostico? Penso ma non dico!».

REAZIONE NECESSARIA – L’appannamento di Romelu Lukaku e Lautaro Martinez non preoccupa troppo Mazzola: «Secondo me, quando succede questo, quando arrivi al campo di allenamento devi guardare i tuoi compagni e poi guardare il campo. A quel punto pensare: “Adesso gli faccio vedere io! Con tutti i miei compagni vado a rompere le scatole a tutti gli avversari”. Questo è quello che devono fare! Hanno la personalità per farlo, ce l’hanno. Basta tirargliela fuori».

COME BARELLA – Infine, Mazzola si sofferma sul giocatore interista del momento: «A me Nicolò Barella piace. Quando vedo che vuole la palla dico: “Questo è quello che fanno i giocatori forti, i giocatori grandi”. Perché vedi che insiste, che guarda il compagno per dirgli di passargliela dove la vuole e gli fa vedere dove la vuole. Favoloso! In alcuni dribbling mi riconosco in Barella. Quando arriva a dieci metri dall’area che vuole esagerare… Facevo anche io qualcosina del genere!».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Place this code where you want the "Below the article_Feed" widget to render:
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh