Mazzola: “Coronavirus, fossi giocatore sarei preoccupato. Propongo…”

Articolo di
7 Marzo 2020, 17:54
mazzola
Condividi questo articolo

Intervistato da “Il Giornale”, Sandro Mazzola – ex storico giocatore dell’Inter – ha parlato dell’emergenza coronavirus nel calcio, lanciando anche una proposta ai giocatori di Serie A. 

PROPOSTA – Una proposta forte quella di Sandro Mazzola attraverso i microfoni del quotidiano “Il Giornale”, che potrebbe davvero però essere un grande segnale da parte dei giocatori di Serie A: «I giocatori hanno l’occasione di dimostrare che esistono e sono vicini alla popolazione. In Serie A guadagnano milioni e per un mese potrebbero decurtarsi il 5% dello stipendio, in modo da destinarlo alle proprie società che dovranno far fronte a pesanti perdite, e alla ricerca contro il coronavirus»

PREOCCUPAZIONE – Una delle più grandi preoccupazioni riguardo all’impatto del coronavirus sul mondo del calcio è la possibilità di un contagio tra giocatori, che porterebbe a sospendere il campionato. Sandro Mazzola ha parlato così della questione: «Ho giocato vent’anni tra Inter e Nazionale. Il calcio è uno sport di contatto. Impossibile tenere le distanze in campo imposte dal Ministero della Salute. Come si fa a mettersi in barriera sulle punizioni e a marcare gli avversari sulle palle inattive? Il rischio di contagio c’è, inutile negarlo. Fossi un giocatore un po’ di preoccupazione l’avrei, anche se poi in campo ti dimentichi di tutto».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE