Marotta ha affidato il progetto Inter a Conte, la scelta già paga – GdS

Articolo di
4 Dicembre 2019, 09:49
Conte Marotta
Condividi questo articolo

La “Gazzetta dello Sport” sottolinea tutti i risultati raggiunti da Conte nei suoi primi mesi all’Inter. Marotta ha avuto ragione.

CAMBIAMENTO – Il 26 agosto l’Inter supera il Lecce 4-0: è l’esordio ufficiale di Antonio Conte sulla panchina dell’Inter. Cento giorni dopo, i nerazzurri sono primi in campionato (12 vittorie, un pareggio e una sconfitta): +1 sulla Juve, +17 nei confronti del Napoli,il Milan insegue a 20 lunghezze. E tra mille difficoltà – rosa obiettivamente corta e infortuni che hanno colpito uomini chiave – è ancora possibile entrare nel G16 d’Europa, cosa che non avviene dal 2012 in casa Inter.

LA MOSSA DI MAROTTA – Paga eccome il fiore all’occhiello della «rivoluzione marottiana». L’a.d. interista, su mandato di Zhang Jindong, è stato rapido e incisivo nel rivedere molto a livello organizzativo e dirigenziale – opera di ristrutturazione da completare entro fine stagione -, ma è appunto sul fronte tecnico che ha centrato il grande colpo: Antonio Conte da Lecce, la prima fondamentale pietra del nuovo progetto. Scelta estiva per nulla semplice, notevole lungimiranza e tanto coraggio anche da parte di Suning nel puntare su un tecnico da 11 milioni a stagione con un altro da 9 milioni in due anni ancora a libro paga. Decisiva la presentazione di Beppe: Conte è il migliore al mondo nel garantire risultati importanti con rose in generale non ancora complete.

QUANTI SUCCESSI – I risultati immediati? Lautaro portato a livelli di eccellenza internazionale (13 gol complessivi); de Vrij top mondiale in mezzo a una difesa a tre; Sensi e Barella già nel mirino delle grandi corazzate; Candreva, Gagliardini e Vecino rigenerati; Bastoni ormai pronto al grande salto, pure in Nazionale; baby Esposito definitivamente in rosa; Lazaro ripescato trionfalmente dopo un inizio da incubo; impatto super, infine, quello di Alexis Sanchez poi frenato da un brutto infortunio. E una risposta sul campo è nel frattempo arrivata anche a chi ha a lungo ironizzato sul pesante investimento Lukaku, acquisto a un certo punto letteralmente preteso da Conte. Detto che i 65 milioni di euro verranno versati al Manchester United in cinque rate annuali (quindi un affare nemmeno troppo gra- voso sul bilancio), il gigante belga ha al momento firmato 10 reti in campionato, una in Champions League e un numero considerevole di assist, dimostrandosi uomo chiave in questa Inter, dentro e fuori dal campo. Di più: c’è tutto un settore giovanile in fibrillazione, vista la predisposizione del nuovo corso tecnico a lanciare i giovanissimi; dopo Esposito, occhio fra l’altro a Pirola.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE