Marino: “Ripresa Serie A? Pessimista. Non mi fido della Uefa”

Articolo di
23 Aprile 2020, 14:32
Pierpaolo Marino
Condividi questo articolo

Pierpaolo Marino, direttore sportivo dell’Udinese, è stato l’ospite di oggi per “Tutti Convocati” su “Radio 24” e ha espresso le sue opinioni sulla possibile ripresa dei campionati

PESSIMISMO SULLA RIPRESA – Marino espone il suo pessimismo personale sulla possibilità di poter concludere questa stagione attualmente sospesa: «Sono in fondo un po’ pessimista sulla situazione. Al di là della tanta voglia da parte di tutti di riprendere questa bellissima attività di cui siamo professionisti appassionati è chiaro che tutta questa voglia cozza con la quotidianità e la realtà di questa malattia che non è passata. Non siamo ancora in tutta Italia in un situazione di poter dire che il pericolo è scampato. In questa situazione sono riuscito a portarmi un po’ più avanti degli altri cercando di vedere cosa succede in Cina. A Wuhan due giorni fa il club ha convocato i giocatori e questo serve a dire che da noi, con la pandemia scoppiata due mesi e mezzo dopo, non siamo ancora pronti per riprendere senza pericolo per atleti e indotto. Poi bisogna farlo in tutta sicurezza e che competitività c’è ad allenarsi distanziati in uno sport di contatto come il calcio?».

MEGLIO PENSARE ALLA PROSSIMA – Secondo Marino i tanti problemi che comporterebbe continuare a oltranza questa stagione potrebbero condizionare anche la prossima: «Faccio delle riflessioni, noi possiamo trovare anche nel modello Italia delle regioni dove la pandemia ha colpito meno, non ne farei un problema di sistema Germania o Italia. La paura che comunico io, un dirigente che deve pensare a salvaguardare la sua professionalità e credibilità del sistema. Noi ci preoccupiamo di questa stagione, ma in realtà ci dovremmo preoccupare della prossima che se non dovesse partire a piena regione, con la convinzione di poter fare fino alla fine un campionato regolare, potremmo arrivare al crack vero. Si rimetterebbe in discussione tutto. I danni, anche ingenti, di un mancato finale di questo campionato sono comunque riparabili nel corso del tempo, il calcio trova sempre il suo equilibrio. I bilanci e i contratti terminano al 30 giugno e già avvocati molto importanti hanno sentenziato che la prorogabilità dei contratti non è possibile, poi ci sono i giocatori in prestito che al 30 giugno devono tornare alle loro società. Non si riuscirà a rimuovere questo ostacolo legale, il primo giocatore che non rinnova fa saltare il banco».

MOTIVI ETICI – Marino ha anche dei motivi etici sulla ripresa: «La Lega è compatta, vogliamo tutti riprendere e anche l’Udinese chiede il rispetto di tutte quelle che sono le tutele di atleti e dirigenti e personale che dovrà attuare il protocollo. Noi vorremmo tornare in campo il più presto possibile, questo aiuterebbe a uscire dalla crisi che ci sarà sicuramente, dobbiamo salvaguardare il bene del calcio e anche l’aspetto romantico delle aspettative dei tifosi, ma non possiamo riprendere a tutti i costi con la gente che in questo momento ha altri problemi a cui pensare, ci sono diverse sfaccettature».

IL RAPPORTO CON LE TV – Marino infine parla della questione diritti tv e attacca la Uefa: «Il rapporto tra le tv e il calcio è sempre stato aperto e cordiale, le soluzioni si troveranno. Io non credo che si andrà in conflittualità, c’è un contratto e sarà rispettato. Le società di Lega prendono le risorse maggiori dalle tv, ma è anche vero che le piattaforme senza il calcio non potrebbero sopravvivere, è un rapporto di simbiosi. Questo è l’ultimo dei problemi soprattutto se noi saremo preoccupati di tutelare la prossima stagione perché io sono preoccupato per quella. Mi fido poco dei dirigenti internazionali, fino ad ora hanno detto la qualunque, hanno difeso campionati e coppe, hanno fatto giocare Atalanta-Valencia e sappiamo cosa è stata. Mi fido meno delle loro dichiarazioni che sono improvvisate, due settimane fa Uefa e Fifa hanno sostenuto che i contratti erano prorogabili salvo poi fare marcia indietro».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE