Marianella: “Conte vantaggio in Europa League. Skriniar al Real Madrid…”

Articolo di
9 Agosto 2020, 19:45
Milan Skriniar Atalanta-Inter Milan Skriniar Atalanta-Inter
Condividi questo articolo

Massimo Marianella, storico commentatore di “Sky Sport” (sua la voce della finale di Champions League del 2010), ha analizzato la situazione dell’Inter di Antonio Conte. Focus soprattutto su alcuni elementi importanti come Milan Skriniar, Romelu Lukaku, Christian Eriksen e Lautaro Martinez.

VANTAGGIO EUROPEO – Massimo Marianella è convinto che, per un ex CT come Antonio Conte, sia un vantaggio un’Europa League in formato “Coppa del Mondo”: «Ho visto Conte quasi con la sensazione che sia sceso dal pullman col piede sbagliato. Sicuramente agonisticamente è dentro la sfida, che è una gara importante. Conte ha centrato la chiave della partita, vale a dire non concedere ripartenze a una squadra molto veloce. Stavo pensando che la gestione atletica e mentale di un Mondiale ce l’ha solo un allenatore che è stato Commissario Tecnico: quindi Conte e Flick del Bayern Monaco. Questo potrebbe esser un vantaggio per entrambe le squadre, che sono le mie favorite nelle rispettive competizioni. Il Bayer Leverkusen ha velocità avanti e debolezza dietro, Aranguiz è quello che detta i tempi di gioco e ha occhio per le coperture molto importanti. Io sorrido quando sento dire che non è un giocatore veloce, è velocissimo con il pensiero e sara un’assenza pesante per il Bayer. I tedesci hanno limiti difensivi importanti che secondo me l’Inter può aprire con la fisicità dei suoi attaccanti e la tecnica».

DIFESA E ATTACCO – Marianella ha poi analizzato la situazione all’Inter di due giocatori come Milan Skriniar e Romelu Lukaku: «Il Real Madrid avrebbe individuato in Skriniar l’erede di Sergio Ramos. Per me lo spagnolo però è inarrivabile, anche solo per la personalità. Se però Real e Manchester United ti mettono gli occhi addosso è perché vali quel livello. Questo sottolinea il lavoro di Conte, che ha reso Bastoni un titolare di questa squadra e di farlo diventare importante. Aver recuperato anche Godin, un giocatore di straordinaria esperienza che sembrava un pochino perso. Se vai a vedere quello che Lukaku ha vinto in carriera è poco, ma è un giocatore oggi fenomenale. Un attaccante meraviglioso, quest’anno ha fatto 30 gol e molto spesso le sue reti hanno permesso a questa Inter di crescere più rapidamente proprio perché ci ha pensato lui tante volte a risolvere la situazione».

SCELTE – Infine, un’analisi anche su Christian Eriksen Lautaro Martinez: «Conte ha costruito e lavorato su un determinato tipo di squadra. A un certo punto gli hanno preso un giocatore fenomenale come Eriksen che però sta meno bene in quel disegno. Cosa fai quindi? Cambio quel disegno pensando che quel giocatore meraviglioso possa darmi tanto in prospettiva, o tengo lo stesso disegno di squadra per vincere subito quel trofeo che potrebbero darmi tra una settimana? Penso che sia questo il motivo dell’esclusione del danese. Lautaro Martinez erede di Suarez? No. L’uruguaiano è più forte di lui. Lui potrebbe inserirsi nel Barcellona, ma non è ancora in grado di ereditare la numero nove».

Fonte – Sky Sport 24


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE