Mondo Inter

Marchetti: «Valutazione rose, sale l’Inter. I nerazzurri tra migliori e peggiori»

Luca Marchetti ha parlato della crescita o decrescita della valutazione delle rose delle squadre nel campionato di Serie A, tra cui anche dell’Inter di Antonio Conte

MILAN – Queste le parole all’interno del suo consueto editoriale su “TuttoMercatoWeb.con” da parte di Luca Marchetti sulla crescita o decrescita della valutazione delle rose sottolineando dei dati riguardanti il Milan prima di passare all’Inter. “Nonostante le scadenze di contratto (Donnarumma e Calhanoglu) che chiaramente influiscono negativamente sul cartellino dei giocatori, la stagione straordinaria che sta facendo il Milan notevolmente superiore rispetto a quella della passata stagione (cammino in Europa compreso), ha fatto rinvigorire la forza rossonera. E poi se aggiungiamo il fatto che il Milan sia composto per lo più da giovani, rende questo dato ancora più “elastico”“.

INTER – Quindi Marchetti sull’Inter. “Per questo era difficile migliorare il dato dell’Inter (insieme alla Lazio in terza posizione nella classifica delle percentuali: +4,3% per i nerazzurri, +4,8 per i biancoazzurri): la stagione in campionato è stata (finora) esaltante, meno quella in Europa (sebbene in Champions, ma lo scorso anno era arrivata la finale). Il dato di queste due squadre comunque è più difficile da modificare, visto che molti giocatori sono nel pieno della loro maturità calcistica e che quindi le oscillazioni di prezzo non sono molto ampie“.

GIOCATORI SINGOLI – Marchetti sui giocatori singoli. “Fra i giocatori singoli invece in Italia chi ha avuto, sempre secondo KPMG, che ha avuto il miglior balzo in avanti (di 18,1 mln di euro) è Federico Chiesa che ha aumentato del 52% il suo valore. Seguito da Theo Hernandez (Milan) e Hakimi (Inter) (decisivo anche dalla panchina, ndr): rispettivamente 18,5 e 18,3 milioni in più rispetto ad Agosto 2020: in percentuale anche qui siamo per il rossonero del 54% in più e per il nerazzurro del 35%. Per la terzina che si è svalutata di più in testa troviamo Zaniolo, che ha perso 24 milioni di euro, ma chiaramente tutto dipende dall’infortunio, poi Eriksen (che però fino a febbraio era utilizzato ancor meno di adesso da Conte, che invece ultimamente l’ha rivitalizzato nel centrocampo nerazzurro) e Donnarumma, anche qui una 20ina di milioni in meno, legate esclusivamente all’avvicinarsi della scadenza del contratto (senza rinnovo)“.

Fonte: TuttoMercatoWeb.com – Luca Marchetti

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh